LA PAGINA DEI MEDIUM Pagina 2

In questa nuova rubrica saranno archiviati tutti gli articoli  riguardanti notizie, personaggi
della Medianità e comunicazioni dall'Oltre provenienti da tutto il mondo.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

PAG 1 PAG 2

CHI SONO I FANTASMI? (18/12/16)
"CHIEDETELO AI MEDIUM" -Risponde Antony-

Caro Antony,
Ho appena finito di leggere il suo libro, "Le comunicazioni dall'Aldilà."
dove spesso fa menzione di case infestate e fantasmi. Sono dannosi? Ho sentito parlare di persone che cadono malate e deperiscono a causa di invisibili esseri malvagi ..  Perché accade tutto ciò? Come possiamo eliminare questo problema?
La mia perdita personale amplifica ogni cruccio un milione di volte. Io non sono in grado di capire come tali cose accadono quando siamo avvolti dall'amore di Dio.
Ho molto gradito la lettura dei  suoi due libri e sono ansiosa di leggere di più.
Con amore e preghiere,  Lakshmi

-----------------------------------------------------------------
Cara Lakshmi,
Il mio editore che stampa
la rivista 4th Dimension per conto dell' associazione di Edgar Cayce di Ricerca e Illuminazione, mi ha chiesto di spiegare come ho scoperto le mie capacità medianiche.
 E 'successo mentre stavo indagando attivamente sui fenomeni paranormali, nello specifico, apparizioni, fantasmi, poltergeist e altre fenomenologie, a partire dai primi anni 80.
Questa è la ragione per cui ho una certa esperienza coi "fantasmi". Una delle cose che ho imparato è che quando una persona muore, ha ancora il libero arbitrio. La maggior parte sceglierà di attraversare ed andare dall'Altro Lato.  La maggior parte, ma non tutti.
Alcuni scelgono di rimanere qui per motivi personali, come ad esempio la paura di essere giudicati per la loro vita terrena .. Altri scelgono di rimanere, perché non capiscono che anche se passano nella Luce, possono ancora essere vicino ai loro cari rimasti qui sulla terra.Un'altra cosa che ho imparato, è che quando un'anima passa attraverso la revisione della sua vita, raggiunge la piena comprensione dei suoi errori e successi terreni che porta ad una vera e propria trasformazione. Le anime che non passano attraverso questo stadio conservano le stesse personalità che avevano quando sono morti.
In poche parole, se qualcuno è stato "malvagio" quando era vivo, sarà malvagio anche dopo morto, se resta legato alla terra..
Costoro sono quelli che vengono normalmente definiti come "fantasmi". Ultimamente, ho visto un termine molto usato,"fantasmi demoniaci" , ma è un ossimoro, come "intelligence militare," e "missili di pace".
State tranquilli e tenete a mente che la luce vince il buio e l'amore trionferà sempre sull'odio.
Il male si nutre di paura e, anche se essa sembra particolarmente forte in questo momento, sappiamo che
la Luce Eterna di Amore (Dio)  lo è molto di più e riuscirà sempre a prevalere.
Fonte: Anthony Quinata

---------------------------------

PERDONARE GLI ASSASSINI? (14/04/16)


PER LA RUBRICA: CHIEDETELO AD ANTHONY

Come può un genitore perdonare l'assassino di suo figlio,
rassegnarsi ad una perdita così grande? Perchè dovrebbe farlo?
Una mamma disperata scrive al Medium Anthony che più volte abbiamo ospitato sul nostro Sito e la risposta che le ha dato, ad una prima lettura, può sembrare quasi irrispettosa.
A pensarci bene, però, non è poi tanto illogica: vi devo forse ricordare che Gesù ci ha insegnato che il Perdono è l'unico modo per sfuggire al Karma? Nutrire odio e rancore nei confronti di un assassino è una forma di pensiero negativo che genera altri delitti, pensate solo -per esempio- alle interminabili faide delle mafie ed a quelle, ben più estese e sanguinose, fra popoli come Ebrei e Palestinesi, che si protraggono da decenni. Le Guide ci dicono che non esiste il pentimento in punto di morte, solo con opere di pace e riconciliazione possiamo davvero perdonare ed essere perdonati, perchè ciò vale per entrambe le parti. Ovviamente questo non significa che dobbiamo rinunciare a chiedere giustizia nei Tribunali, perchè è nostro dovere tenere i criminali lontani dalla società civile, ma nessuno potrà mai restituire una persona cara a chi l'ha persa  ed ostinarsi a chiedere denaro e punizioni esemplari, a nostro avviso, non è una scelta spiritualistica.
-------------------------------------------------

Mio figlio aveva 25 ed era tutto il mio mondo. Un uomo che mi aveva aggredito lo pugnalò a morte il 5 Maggio 2015 alle tre del mattino e poi fuggì. Ho visto mio figlio cadere a terra nel suo sangue, giusto in tempo per raccogliere il suo ultimo respiro. L'assassino è stato poi catturato e condannato a scontare solo un anno di prigione; uscirà fra 7 mesi.
E' parte della volontà di Dio accogliere questo assassino in Paradiso?

(Da: una mamma anonima per proteggere la privacy)

------------------------------------
Ogni volta che un'Anima passa oltre, giunge al cospetto della Luce Eterna d'Amore che rimane con essa durante la "revisione" della vita,  non per giudicarla, ma per evitare a quell'anima di cadere in pezzi nel constatare come le proprie azioni abbiano influito sugli affetti degli altri. So che è l'ultima cosa che vorresti sentire, ma posso solo dirti ciò che le Guide mi hanno riferito, ovvero che colui che ha tolto la vita a tuo figlio godrà del Paradiso.
Però mi dicono anche che, sebbene qui si possa sfuggire alle leggi umane, nessuno può eludere la legge di Dio.
Che cosa significa, esattamente?
Una delle cose che ho imparato, e ne sono rimasto sorpreso, è come la vita dall'Altra Parte, rispecchia la vita che viviamo qui.
Se le nostre vite qui sono notevoli per la crescita spirituale, allora questo è ciò che sarà anche dall'Altro Lato.
Se, tuttavia, la nostra vita qui è stata spesa a causare il caos agli altri, la nostra vita dall'Altra Parte ne sarà un riflesso,
anche se ciò non vuol dire che l'anima è condannata ipso-facto all'inferno.
Le mie Guide hanno insistito sul fatto che "l'inferno" non è un luogo, ma uno stato d'esistenza, in altre parole, se la persona che ha preso la vita di tuo figlio non fa qualcosa qui per riparare il danno che ha causato, trascorrerà la sua esistenza dall'Altra Parte a lavorare sopra i suoi errori. Così, mentre la risposta alla tua domanda è: "Sì, Dio lo accoglierà in Cielo," sappi che "Il Cielo" non sarà un letto di rose per lui, fino a che non riparerà il danno che ha fatto. Il mio suggerimento è che tu possa trovare il modo di perdonare l'assassino di tuo figlio mentre sei ancora qui per non dover imparare a farlo dall'Altra Parte,
dove tuo figlio ti aspetterà, dopo aver anch'egli perdonato il suo assassino.

FONTE: http://anthonyquinata.com/my-son-was-murdered/

 

Edgar Cayce "Il Profeta dormiente" (02-08-15)

Libri e libri sono stati scritti sulla strana opera del compianto Edgar Cayce, un semplice uomo americano che aveva la capacità di sdraiarsi su un divano, entrare in uno stato di rilassamento/meditazione, e rispondere alle domande su qualsiasi cosa la gente intorno a lui pensava di chiedergli.

Cayce, nato a Beverly, Kentucky nel 1877 e morto a Virginia Beach, in Virginia nel 1945, ha avuto intuizioni sorprendenti e grande precisione nella sua visione del passato e nella previsione di eventi futuri, le sue "letture" vennero tutte registrate da uno stenografo, visto che nell'archivio custodito presso l'Associazione per la Ricerca e l'Illuminazione a Virginia Beach vi sono oltre 14.000 copie delle sue famose sedute, la collezione più massiccia di informazioni medianiche mai ottenuta da una singola fonte.Le informazioni che Cayce dettava mentre era in trance, variavano da questioni personali su problemi fisici e mentali, alle profezie su eventi futuri. Anche se mancava di una educazione formale, le informazioni sulla salute umana  lo hanno fatto etichettare  come il padre della Medicina Olistica.

Le Hall of Records sarebbero tre camere sparse per il mondo che contengono la storia del continente perduto di Atlantide, insieme alla storia mancante della razza umana. Le tre camere dovrebbero essere ubicate in Egitto (sotto le zampe della Sfinge), da qualche parte nella penisola dello Yucatan ed una nel continente perduto di Atlantide, che sarebbe molto probabilmente affondata nelle profondità oceaniche.

Guardando nel passato della Terra, ha visto che le isole di Bimini ed Andros sono vette dell'antica Atlantide, che scomparve alla fine dell'ultima era glaciale, quando il livello degli oceani salì di circa 90 metri. Cayce ha detto che questa grande massa di terra era conosciuto come Poseidonia e che scomparve fra i gorghi intorno al  10.000 A.C.
La leggendaria "Stanza dei Registri" esisteva anche a  Poseidonia ed ora è sepolta sotto "la melma dei secoli". Un padiglione identico è presumibilmente collocato sotto la Sfinge in Egitto, ma gli Archeologi l'hanno cercata senza alcun successo.
Cayce predisse la caduta del Comunismo anni prima della creazione della  cosiddetta "cortina di ferro". Predisse pure che la durata della vita umana sarebbe aumentata in modo significativo, che i veicoli non sarebbero stati più alimentati dalla benzina, che la Cina tornerà ad essere un importante centro della civiltà, che  gli uomini saliranno a un nuovo livello di coscienza,
e sì: Gesù tornerà quando il mondo sarà pronto.
Il Veggente predisse anche l'aumento del livello dei mari di tutto il mondo (pari a nove metri) ed un cambiamento significativo nella geografia del pianeta. Ha detto che questo sarebbe stato causato dallo spostamento dei poli magnetici della Terra anche se, a quanto pare, non ha previsto il riscaldamento globale e lo scioglimento delle calotte di ghiaccio polari
Cayce  ha anche visto gravi inondazioni sulle coste est ed ovest degli Stati Uniti, nonché un allagamento nella parte centrale della nazione, inoltre la maggior parte del Giappone scomparirà in mare e la parte nord dell'Europa sarà cambiata"in un batter d'occhio."
Ha predetto che masse di terra sorgeranno sia nell'Oceano Atlantico che  nel Pacifico, mentre vecchie terre affonderanno, sì da diventare il fondo del mare. Ha preconizzato intensi commerci mondiali in un periodo di pace ed ha usato per primo l'espressione Nuovo Ordine Mondiale. Cayce ha detto che questi  incredibili cambiamenti terrestri inizieranno con una serie di importanti eruzioni vulcaniche. Molte di esse si verificheranno in Sud America ed in Islanda, lungo la costa meridionale della California e nella parte meridionale del Nevada. La costa occidentale degli Stati Uniti, da Los Angeles a San Francisco vedrà una distruzione diffusa.
Le eruzioni più significative colpirebbero anche l'Italia col Vesuvio ed il Monte Pelée nei Caraibi.
L'eruzione del Vesuvio costringerà il Papa ed il Vaticano a fuggire dall' Italia.

Ha anche indicato le zone più sicure degli Stati Uniti dove vivere in questo periodo: Ohio, Indiana e Illinois. Anche le parti meridionali e orientali del Canada saranno luoghi dove vivere al sicuro. Cayce ha  anche indicato conflitti in Oriente e nel Nord Africa che potrebbero provocare la terza guerra mondiale. Alla domanda sulla fine dei tempi (la Battaglia di Armageddon),  Cayce ha risposto affermando che questa non è una guerra fisica, terrena, ma piuttosto una lotta spirituale tra le forze della luce e quelle dell'oscurità che avrebbe avuto inizio intorno al 1999 e che continuerà per circa 1000 anni.  La lotta finirà quando le anime degli abitanti dei "regni inferiori dell'Aldilà saranno impedite a reincarnarsi sulla Terra,così che solo alle anime illuminate sarà permesso di reincarnarsi.
Il risultato porterà a 1.000 anni di  pace e d'illuminazione ".
Ci vorrà così tanto tempo, ma alla fine il cosiddetto Regno dei Cieli sarà stabilito sulla Terra.

(Da un articolo di J. Donhaue)

 NINA KULAGINA (16-06-15)   

Nina Kulagina può essere un nome non familiare a molti di voi, ma nel corso degli anni '60 si era sentito spesso nell'ambito degli addetti alla Difesa ed Intelligence in USA.
I suoi presunti poteri psicocinetici hanno indotto gli Stati Uniti a coinvolgere l'ex-URSS in una guerra (nucleare) fredda ma anche in una "Guerra Fredda psichica" che continua ancora oggigiorno. Documenti trapelati di recente indicano che gli USA hanno indagato a fondo in programmi sulle facoltà PSI che vanno dallo spionaggio distanza(Remote Viewing) al teletrasporto. Ma come ha fatto una semplice casalinga russa a causare tutto questo?
 Nina Kulagina era nata il 30 luglio 1926 a Leningrado. Quando aveva solo 14 anni anni era entrata a far parte dell'Armata Rossa durante la Seconda Guerra Mondiale e durante l'assedio di Leningrado aveva servito la patria come operatore radio in un carro armato.
Ad un certo punto della battaglia, Nina fu gravemente ferita dal fuoco di artiglieria e subito soccorsa. Dopo la guerra si era sposata diventando madre di un solo figlio.
Ci sono alcuni che ipotizzano che questi eventi traumatici hanno innescato le capacità paranormali di Nina, anche se lei aveva sempre sostenuto di aver ereditato tali poteri da sua madre.

Nina Kulagina giunse per la prima volta all'attenzione degli scienziati mentre era ricoverata in un ospedale dove stava riprendendosi da un esaurimento nervoso causato  dalla sindrome traumatica postbellica. Durante questo periodo Nina spese un sacco di tempo a cucire. Alcuni medici avevano notato che era in grado di mettere le mani nel suo cestino da cucito e scegliere il colore dei fili senza guardarli. Dopo la guarigione, accettò di prendere parte a vari esperimenti condotti da un Parapsicologo locale.
I risultati riportati nelle prove furono stupefacenti:
poteva vedere i colori con la punta delle dita e poteva guarire ferite semplicemente tenendovi la mano sopra.

Quando venne testata per la psicocinesi i risultati furono apparentemente così notevoli, che per molti anni era stata era obbligata a nascondere la sua vera identità e ad utilizzare lo pseudonimo di Nelya Mikhailova.
La sua storia è emersa da dietro la vecchio "cortina di ferro " sotto forma di pellicole in bianco e nero che mostrano lo spostamento di oggetti su un tavolo senza toccarli. Mentre molti studiosi occidentali erano scettici, quelli sovietici hanno sostenuto che le immagini erano state effettuate in condizioni controllate e che le sue abilità erano autentiche.
Tra gli esperimenti più pubblicizzati della Kulagina, e più preoccupante per la Difesa degli Stati Uniti e la CIA, la sua capacità di usare la mente per cambiare il battito di un cuore di rana. Questo evento si è verificato in un laboratorio di Leningrado il 10 marzo 1970, di fronte ad un buon numero di scienziati molto interessati.
Si è detto che lei si focalizzava sul cuore dell'anfibio e la sua energia venisse utilizzata per far sì che il cuore battesse prima più velocemente e poi più lentamente. Con estrema fatica mentale, Nina fermò del tutto il battito cardiaco.
 In un'altra dimostrazione, il Fisico del Plasma VF Shvetz, aveva osservato che la Kulagina era stata capace di far apparire le lettere 'A' / 'O' su carta fotografica ed ha anche riferito che era stata in grado di trasferire immagini su carta fotografica.
Nel corso degli anni, altri scienziati di tutto il mondo sono andati in Russia ad osservare e documentare le capacità psichiche della Kulagina ma, col passare del tempo, la pubblicità e l'interesse da parte degli scienziati hanno preteso il loro tributo.
 La Kulagina disse che per manifestare l'effetto, in particolare per causare la telecinesi, doveva utilizzare così tanto la concentrazione mentale da procurarsi un forte dolore alla schiena, offuscamento della sua vista, ed estrema stanchezza.
A volte, mentre dimostrava i suoi poteri, bruciature inspiegabili apparivano sulle sue mani e una volta i suoi vestiti presero fuoco.
 I medici che l'hanno studiata dicevano che a volte si verificavano perdita di peso di parecchi chili, battito cardiaco irregolare ed esaurimento della sua energia, tanto da farla sentire così svuotata che quasi non poteva muovere il corpo.
Si è detto che era come se stesse convertendo la materia del suo corpo nell' energia necessaria per muovere mentalmente gli oggetti.
         (Clic sulla foto per vedere il filmato d'un esperimento)
Alla fine, Nina aveva sviluppato un grave diabete, forse perchè il suo sistema endocrino era disturbato, perse la sensazione del gusto, accusò crisi vertiginose e dolori alle braccia ed alle gambe. Dopo aver subito un quasi fatale attacco cardiaco nel 1970, i medici consigliarono alla Kulagina di ridurre la sua attività. Ha continuato però a condurre esperimenti di laboratorio, con intensità e frequenza ridotte, fino alla sua la morte nel 1990, all'età di soli 64 anni. Al suo funerale i sovietici hanno lodato Kulagina come "Eroe di Leningrado " per il servizio reso in guerra e per i sacrifici che aveva fatto  per permettere a scienziati e medici di esaminare e testare le sue capacità fuori dal comune nella loro ricerca di un'energia sconosciuta. La sua volontà di partecipare a questi esperimenti aveva irrimediabilmente rovinato la sua salute e, ovviamente, ne aveva anticipato la morte.

 

FONTE:http://www.oddx.com/

 I GRANDI MEDIUM: CHICO XAVIER
(03-04-15)

La maggior parte degli uomini niente costruisce e vuole essere deificata. Francisco Cândido Xavier ha messo la sua vita al servizio delle nobili cause, e secondo Carlos A. Baccelli, nell’opera: “Chico Xavier, Medianità e Cuore”, dice di essere stato soltanto un granello di polvere. Indicato per il Premio Nobel della Pace e considerato, per i più di cento titoli di cittadinanza ricevuti, come cittadino del mondo, Chico intanto riconosce che niente siamo in Terra se non semplici depositari dei doni che Dio ci ha dato.
Nato il 2 aprile 1910 a Pedro Leopoldo - Stato di Minas Gerais, era un bambino povero e fino alla morte la sua vita fu una sequenza di prove, che ha saputo affrontare con pazienza e rassegnazione proprie delle anime nobili. Nella introduzione della sua prima opera a scrittura psicografica, “Parnaso dopo la Morte”, dettata da Spiriti Diversi, lui così si esprime:
"Non vengo nel campo della pubblicità per farmi un nome, perché il dolore, molto tempo fa, mi ha già convinto dell’inutilità delle futili cose che ancora sono stimate in questo mondo." Le sue prove sono cominciate all’età di 5 anni, quando rimase orfano di madre, la signora Maria João de Deus, essendo obbligato a vivere con la madrina Rita, che lo picchiava 3 volte al giorno, sempre alla stessa ora. Quando gli sorgono le prime visioni, questa stessa madrina, su raccomandazione del prete locale, lo obbliga a pregare mille ave maria e a mettersi una pietra di 15 kg sulla testa durante le processioni, oltre ad alcune bottiglie come “premio di consolazione”, le cui cicatrici sono rimaste fino ad oggi. Tuttavia non si è mai sentito Chico lamentarsi contro la madrina. Il temperamento di lei era classificato da lui, come “benevolo”.
 

Contatto con Emmanuel
La prima esperienza di Chico nel campo della medianità fu la conversazione con lo Spirito di Maria João de Deus, che gli consigliò di avere molta pazienza per sopportare anche le sevizie che sarebbero venute, essendo ad esempio di ciò quella occasione in cui la madrina lo obbligò a leccare, durante il digiuno, una ferita che un altro suo figlio adottivo aveva sulla gamba. Dopo le tre settimane seguenti, Chico vide Maria collocare una polvere sulla ferita che poco tempo dopo guarì.
Dopo aver vissuto 2 anni con la madrina, suo padre João Cândido Xavier sposò una ragazza di nome Cidalia, che ha cercato di riunire sotto la sua custodia, i 9 figli del primo matrimonio di João. Furono 10 anni di pace di comprensione e di tenerezza. In questo contesto famigliare ha il primo contatto con Emmanuel, suo Spirito Guida; dopo altri contatti Chico viene a conoscere di più di lui, viene a sapere che fu Publio Lentulus, che si disincarnò a Pompei durante l’eruzione del vulcano Vesuvio, ed anni più tardi si reincarnò come Nestorio, schiavo romano cristiano gettato tra i leoni del Circo Massimo. La più recente incarnazione di Emmanuel fu come prete Maneul da Nobrega. Fin dall’età di 8 anni, Chico Xavier lavora per aiutare e sostenere la famiglia. Fu operaio in una fabbrica di tessuti, inserviente in una filatura, aiutante in cucina, cassiere in un magazzino, e da ultimo ispettore agricolo. Per ultimo fu funzionario pubblico in pensione, con uno stipendio irrisorio; siccome gli spiriti missionari non si reincarnano con l’ambizione del guadagnare grandi sostanze, per loro il denaro rimane soltanto uno strumento per ciò che è strettamente necessario. Un bellissimo libro tradotto in italiano è Duemila Anni Fa in cui Emmanuel racconta una sua incarnazione nel senatore Publio Lentulo ai tempi di Gesù.

Il proprio bene incarnato
Con una vita piena di tribolazioni, Chico non ha avuto l’opportunità di andare avanti con gli studi; non ha concluso neanche il 4° anno del corso delle elementari. Questo è uno degli aspetti che più attestano la veridicità delle comunicazioni medianiche che lui riceveva, attraverso la psicografia; molti di questi trasformati in libri con traduzioni in spagnolo, esperanto, francese, greco, inglese, giapponese, cecoslovacco e trascrizioni per il Braille, che ci trasmettono informazioni nelle più diverse aree della conoscenza umana, molte di queste sconosciute al medium. Oltre alle attività medianiche, nel Gruppo Spiritista della Preghiera (Grupo Espírita da Prece), a Uberaba - Stato di Minas Gerais, Chico sviluppa anche un esteso lavoro nel campo della carità. A Uberaba distribuisce minestra ai poveri, generi alimentari e giocattoli durante il Natale alle famiglie e ai bambini bisognosi; visita tutto l'anno il “Lar da Caridade” e altri istituzioni assistenziali, a Uberaba e in altri stati brasiliani. Concede anche il suo nome per la realizzazione di spettacoli con finalità caritatevoli, oltre a donare totalmente i diritti di autore delle opere da lui psicografate ai soli fini assistenziali.
Nell’inizio dell’opera “Parnaso dopo la Morte”, Chico definisce con proprietà la sua estesa produzione medianica: ”Ho avuto tre periodi diversi nella mia vita medianica. Il primo, di completa incomprensione per me, è quelle dai 5 anni di età, quando vedevo mia madre proteggermi, fino ai 17 anni, quando la dottrina spiritica è penetrata nella nostra casa. Il secondo dal 1928 al 1931, in cui ho fatto la psicografia di centinaia di messaggi che i benefattori spirituali, più tardi, decisero fossero inutilizzati perché nella loro opinione erano soltanto abbozzi ed esercizi. Il terzo periodo comincia con la presenza del nostro abnegato Emmanuel, che dal 1931 ha assunto l’incarico di orientare tutte le attività medianiche fino ad ora.  Chico è morto nel 2002 con più di 400 opere pubblicate.

Nelle sue profezie, ha scritto che il mondo, per come lo conosciamo, finirà a Luglio del 2019, quando si manifesteranno i nostri "Fratelli Cosmici", cioè gli Extraterrestri. Essi ci sorvegliano da quando è stata fatta esplodere la prima bomba atomica e vogliono impedirci a tutti i costi di causare un olocausto nucleare. Solo se sarà evitato, verranno ad incontrarci per cambiare in meglio il Pianeta Terra che definiscono uno dei più bassi dal punto di vista spirituale. Per maggiori informazioni, cliccare sul link:
https://www.youtube.com/watch?v=4JxukHvGVzE

*********************************************************

Articolo estratto dalla rivista: Chico Xavier - 60 anni di medianità, 2ª edizione.

DIECI CASI RISOLTI DA Sensitivi
(18-01-15)

Alcuni agenti di Polizia e le Forze dell'Ordine sembrano avere difficoltà a riconoscere i contributi dei Sensitivi alla soluzione dei crimini. Gli Scettici sembrano orgogliosi di sottolineare le occasioni in cui il loro lavoro è impreciso o certe informazioni erano già note agli Inquirenti. Però ci sono casi in cui non vi può essere alcun dubbio che il contributo dei Sensitivi alla soluzione di un omicidio sia stato utile o addirittura indispensabile, come il rinvenimento di corpi che non si sarebbero mai individuati, o persone sospette descritte ed anche identificate grazie ai doni posseduti da soggetti con intuizioni speciali; questi sono i misteriosi, ma essenziali pezzi del puzzle che i Sensitivi possono fornire agli investigatori.

10. Maria Scott

Un certo numero di inconvenienti contribuirono a creare grandi difficoltà alla Polizia per trovare la verità sull'omicidio di Maria Scott. La madre di Maria, una prostituta indigena, ebbe a sostenere che questi fatti avevano portato la Polizia a perdere rapidamente interesse per il caso. Ma la Polizia ha ribattuto a tali accuse ribaltandole sui membri della comunità di Port Kembla.
Il corpo malamente decomposto di Maria Scott fu trovato sette mesi dopo che era stata data per dispersa. Originariamente la Polizia aveva sospettato un omicidio, ma solo quando sul corpo della poveretta vennero trovate cinque coltellate, si ebbe la certezza che si doveva cercare un assassino. Delle ventinove persone indiziate, la Polizia aveva appuntato i sospetti su Mark Brown, un uomo che Maria aveva incontrato in un centro di riabilitazione, ma Brown aveva lasciato la zona e si era trasferito nel Queensland.
Quattro anni e mezzo dopo la morte di Maria, il Detective Jeffrey Little invitava una Medium, Debbie Malone, a fornire le sue impressioni sul caso di Maria e fu una grande sorpresa per tutti. Anche se il detective sapeva che la prova della sensitiva non avrebbe mai potuto reggere in tribunale, la conoscenza di Debbie sull'accaduto era incredibile.
Debbie venne condotta alla baracca dove si pensava che Maria Scott avesse incontrato la morte e, nonostante il fatto che gran parte degli interni erano stati cambiati, la Malone ne ha descritto la disposizione come lo era quando la Scott era stata ammazzata.
Fu in grado di indicare dove era stato trovato il coltello, anche se il tubo di scarico in cui era stato nascosto era stato spostato con il lavandino durante i lavori di ristrutturazione.
La Malone fornì molti dettagli di oggetti e degli eventi che si erano verificati nel corso del delitto, confermando alcuni fatti noti ed altri che spiegavano come gli eventi avevano avuto luogo. Sorprendente la sua confusione mentre sentiva l'assassino avvicinarsi alla sua vittima, perchè solo i fantasmi potrebbero avere un tale effetto. Questo accadde prima che il Detective avesse detto a Debbie che Brown si era suicidato poche settimane dopo essersi trasferito in Queensland.

9. Adolescente Assassinata, Anno 1976

Nel maggio del 1976, una ragazza di quattordici anni lasciò casa sua e scomparve senza lasciare traccia. Non c'erano testimoni e poco interesse da parte della Polizia, che liquidò subito il caso come una "fuga".
Nella frustrazione per la mancanza di sostegno da parte delle autorità, i suoi genitori contattarono Dorothy Allison, una rinomata Medium. Dorothy Allison fornì una serie di indizi che si sono poi dimostrati fondamentali per la scoperta del cadavere della ragazza ed assicurare il killer alla giustizia. Inizialmente, chiese alla coppia il significato del numero 2562. Una serie apparentemente casuale di cifre, ma i genitori della ragazza li riconobbero come 5 febbraio 1962, la data di nascita della loro figlia. Questo dette loro una certa sicurezza sull'onestà della Allison che poi iniziò a descrivere un posto con due campanili gemelli e un paio di ciminiere.
Parlò anche d'una palude sicchè il padre della ragazza, esasperato dall' inazione della Polizia, si mise ad esplorare alcune città vicine finché giunse in una che corrispondeva alla descrizione della Medium.
Venne trovata una macchina abbandonata, come previsto da Dorothy Allison e, fatto inquietante, 3 grandi lettere rosse "MAR", scritte su una roccia ed in linea con la visione della Allison. Purtroppo per mancanza di risorse, ogni speranza svaniva e così non riuscì a trovare sua figlia. Tuttavia, poco dopo aver abbandonato la ricerca, un gruppo di adolescenti si imbattè in un barile di petrolio, con il numero 222 sul lato, gettato in una pozza d'acqua.
Senza sapere che queste tre informazioni erano già state fornite ai genitori, compreso il fatto che la ragazza era in acqua, ma che non vi era annegata, i ragazzi casualmente scoprirono che il corpo della quattordicenne era stato nascosto nel barile di petrolio.
Dorothy Allison aveva detto ai genitori che la loro figlia era stata strangolata dal suo ragazzo, e lo accusò di omicidio.
La Polizia fu così finalmente in grado di arrestarlo ed accertare che aveva strangolato la ragazza e l'aveva messa nel barile che aveva poi gettato nella pozza d'acqua.

8. Sylvester Tonet

Il caso di Sylvester Tonet non è una storia di violenza e barbarie, ma quella d'un uomo anziano andato disperso e del dolore che il fatto ha causato alla sua famiglia. La Polizia di Monroeville aveva lavorato instancabilmente per trovare Sylvester, ma senza successo finchè, su richiesta della famiglia, invitava Nancy Myer a contribuire alla ricerca.
Nancy Myer era sicura di due cose quasi immediatamente dopo aver parlato con i parenti del signor Tonet. La prima è che, purtroppo, era morto, la seconda che non fosse morto a causa di violenza. Questo diede poco conforto ai parenti, ma erano contenti che almeno un indizio fosse venuto fuori. Le fu dato fra le mani un berretto appartenente a Sylvester e Nancy Myer fu in grado di spiegare dove sarebbe stato trovato il corpo. Svelò che Sylvester era andato in confusione mentale mentre passeggiava e si era spaventato di quelli che aveva chiamato in aiuto. Il 78-enne aveva poi vagato nella foresta, sempre più lontano da casa sua. Era poi caduto o si era sdraiato a riposare ormai lontano dalla zona di ricerca che la Polizia aveva stabilito in prossimità della sua casa.
Col detective della Polizia Will Greenaway, Nancy cominciò a ricostruire l'ultimo viaggio di Sylvester, basandosi solo sulle sue percezioni. Prima di fermarsi a causa del freddo e della notte, Nancy aveva segnato su una mappa la zona dove sarebbe stato trovato il corpo ed infatti, il giorno successivo, Sylvester Tonet venne trovato a circa 150 metri da dove Myer e Greenaway si erano fermati la sera prima. Era morto già da tempo e Nancy Myer era riuscita, oltre a ritrovare lo scomparso, anche a cambiare le idee della Polizia sulla utilità dei Sensitivi nelle indagini.

7. Paula Brown

Nel 1996, Paula Brown, una parrucchiera "felice, allegra ed amichevole" era in città con gli amici a Sydney, in Australia ma scomparve nel corso della notte.  Nei giorni successivi alle prime vane ricerche, il suo fidanzato decise di chiedere aiuto a dei Sensitivi .
Otto giorni dopo quella fatidica notte, il corpo di Paula Brown venne trovato, ma nonostante tale risultato ottenuto da Simon Turnbull, Phillipe Durant e un altro Medium, la Polizia era reticente a riconoscere l'accuratezza del loro lavoro.
In risposta alla visione di Durant, il rappresentante della Polizia commentava:
"
Anche se il corpo è stato scoperto per puro caso, le indicazioni fornite da un chiaroveggente sembrano essere state indubbiamente accurate." Paula infatti era stata trovata a meno di due chilometri dal luogo indicato da Durant.
Altri Sensitivi avevano diretto la famiglia verso Port Botany, ma con la ricerca iniziale non si era riuscito a trovare Paula, mentre un altro aveva indicato un luogo a soli quindici metri di distanza dal sito del ritrovamento. Purtroppo, in linea con le informazioni fornite da tutti i Sensitivi, Paula era morta. Anche se aveva il corpo ed i filmati di videosorveglianza della zona, la Polizia impiegò altri sei anni per individuare il sospetto assassino. L'indagine aveva coinvolto adoratori del diavolo, tossicodipendenti e l'uso dell'ipnoisi su un testimone per recuperare informazioni. Mentre la Polizia del New South Wales é riluttante a riconoscere il vantaggio di lavorare con i Sensitivi, è chiaro che senza di loro la famiglia di Paula Brown avrebbe dovuto attendere molto più a lungo per ottenere giustizia.

6. Arthur Herbert

Nel bel mezzo dell'inverno 1984, un piccolo aereo si perse da qualche parte sopra il New Hampshire o il Massachusetts. Portava quattro persone, tra cui il pilota, uno dei quali era Arthur Herbert. Arthur era un giovane uomo, di oltre un metro e ottanta di altezza, con capelli biondi lunghi fino alle spalle e uno hiatus tra i denti che era stato curato con un apparecchio ortodontico nel corso del 1983. Aveva l'abitudine di mordersi le unghie e aveva una sorella che era molto preoccupata per lui quando seppe che l'aereo era scomparso.
L'Air Patrol e la Polizia avevano effettuato una lunga ricerca senza successo prima di rinunciare, ma Jessica Herbert, la sorella di Arthur, non era disposta a fare altrettanto. La Civil Air Patrol era fermamente convinta che, senza conoscere una posizione, non c'era nient'altro da fare. A questo punto Jessica Herbert telefonò a Noreen Renier, una sensitiva indicata dal suo ex-marito, un agente dell'FBI. Nonostante Noreen le disse che probabilmente non poteva fare nulla, Jessica insistette perchè almeno ci provasse.
Quando incontrò Jessica, Noreen era a disagio, pensando che stava facendo perder tempo a quella povera ragazza in difficoltà, tuttavia Noreen scoprì che era in grado di connettersi con l'aereo e le persone coinvolte nell'incidente.  Fu in grado di fornire una descrizione del volo, l'incidente e la posizione dell'aereo oltre ad un resoconto dei momenti finali della vita di Arthur, ma poi ignorò questa visione temendo d'essere influenzata dai pensieri di Jessica. Anche se scettici, gli uomini della Civil Air Patrol ripresero la ricerca, così come i residenti della zona indicata da Noreen. Con attrezzature più appropriato l'aereo venne trovato ed i dettagli della scena erano esattamente identici a quelli che Noreen aveva descritto. Sebbene questo caso non fosse un omicidio, sequestro di persona, o furto, il ruolo che Noreen Renier ha giocato in esso e la sua risoluzione é eccezionale, aveva infatti fornito la longitudine e la latitudine del luogo dell'incidente, insieme con le descrizioni del sito e lo stato degli occupanti del relitto.

5. Melanie Uribe

Mentre molte persone affermano di essere medianici e cercano di fare fortuna attraverso pubblicità, vendite di libri e persino spettacoli televisivi, di tanto in tanto c'è anche chi non pretende di esserlo ed inciampa nel regno del soprannaturale. Questo è  proprio ciò che è accaduto ad  Etta Louise Smith, che non aveva mai avuto il "dono" ed è stata guidata solo dal desiderio di aiutare qualcuno in difficoltà quando le è accaduto qualcosa fuori dall'ordinario.
Melanie Uribe era un'infermiera che non e non era stata vista nè al lavoro, nè altrove, per due giorni. La comunità di Paicoma a Los Angeles era preoccupata al pensiero che la povera donna potesse essere in difficoltà o peggio. Mentre la Polizia indagava e la televisione manteneva il pubblico informato, Etta Smith si rese conto che Melanie non era dove la stavano cercando.
In qualche modo Etta sapeva che Melanie era in una zona simile alla Lopez Valley, non lontano dalla sua casa. Poi ebbe la visione di qualcosa di bianco sporgere da sotto ad un cespuglio: era certa che fosse una divisa da infermiera. La scena era apparsa nella sua mente così chiaramente, come una foto sicchè si sentì in dovere di segnalare il fatto alla Polizia.
L'ufficiale di turno la ascoltò con pazienza e lasciò che Etta segnalasse su una mappa la zona che aveva in mente. Sapeva che avrebbe dovuto tentare, ma aveva poche speranze. Etta Louise se ne andò con la sensazione d'aver fatto tutto quello che poteva, ma prima di rientrare a casa fu spinta ad indagare per proprio conto.  Prendendo con sè la nipote e due dei suoi figli, Etta si diresse verso la Valle dove trovò il corpo di Melanie Uribe proprio nel luogo della sua visione. Sapeva che doveva dare l'allarme, ma mentre stava lasciando l'area, giunse una macchina della Polizia.  Scoprendo il corpo, la Polizia cominciò a porsi seri interrogativi su come Etta Louise fosse a conoscenza dei fatti, ma lei non aveva risposte a questo interrogativo. Successivamente venne accusata di omicidio e tenuta in carcere per quattro giorni, fino a quando il vero assassino non venne arrestato.
(CONSIGLIO DEL SEN. RAZZI: "AMICO MIO, SE HAI UNA VISIONE FATTI LI C...TUA"!  -NDR -)

4. Il mercante di vini di Lione

C'è ancora una fiera disputa sul caso di Jacques Aymar  http://en.wikipedia.org/wiki/Jacques_Aymar-Vernay

Tecnicamente parlando non si trattò d'un vero caso giudiziario indagato dalla Polizia, ma  solo perché non c'era "Polizia" nel 17 ° secolo in Francia.  Resta il fatto che Jacques è diventato famoso per la risoluzione di un crimine, oggetto di indagini da parte delle autorità del tempo, riconosciuto come tale dal Procuratore del Re.
Nel 1692, un commerciante di vini di Lione e sua moglie furono trovati morti. La loro scomparsa era stato il risultato di un furto con scasso, una mannaia, sete di sangue ... e magari un bel fiasco di Bordeaux!
Sicuramente l'emozione causata dalla morte di due persone che vengono uccise con una mannaia da macellaio avrebbe dovuto coinvolgere maggiormente le Autorità del tempo, che invece furono ampiamente surclassate da un sedicente rabdomante di una certa fama che si offrì di aiutare le indagini. E così, il Procuratore del Re si affrettò a portarlo a Lione per assisterlo. Questo fu un gesto significativo dato che Aymar era un semplice contadino, ma capace di fornire rapidamente importanti rivelazioni, affermando che tre uomini erano coinvolti nel crimine.  Jacques partì con le bacchette da rabdomante seguendo le tracce degli assassini ed, imperturbabile, condusse le autorità ad una prigione a Beaucaire dove identificava come uno degli autori del crimine un uomo, che era stato appena messo in carcere per furto, isolandolo fra tredici altri detenuti. Questi venne portato di nuovo a Lione dove ammise il delitto confermando le affermazioni di Aymar al quale vennero assegnati dei soldati per cercare gli altri due colpevoli, ma prima che potessero essere catturati essi avevano già attraversato il confine con Genova portandosi fuori dalla giurisdizione francese.

3. Quattro Assassinati a Oneida County

Mentre la ricerca di informazioni su questo caso è difficile, vien facile la lode per il lavoro di Phil Jordan.
Il caso è stato un esempio terribile di massacro organizzato e spietato e la Polizia non era in grado di ottenere alcun indizio valido.
Phil Jordan invece fornì almeno dieci fatti rilevanti e significativi che hanno aiutato la Polizia ad assicurare alla giustizia gli assassini.
Quattro persone innocenti furono legate, mani e piedi, le loro bocche tappate con nastro adesivo e poi uccise con un colpo di pistola alla testa. Tale cura e pianificazione negli omicidi era di certo il prodotto della mente malata di un pericoloso criminale.
Con l'aiuto di Phil Jordan gli autori di questo orrendo crimine sono stati catturati e imprigionati. Ora stanno scontando condanne di cento anni ciascuno, grazie al lavoro del Sensitivo.  Riflettendo sul caso e sul contributo di Phil Jordan, l'assistente del procuratore distrettuale Kurt Hameline ha osservato che: "
l'uso di Sensitivi dotati è essenziale per raccogliere prove e catturare gli assassini."

2. Andre Daigle

Un giovane uomo in un bar, dove ha giocato a biliardo con un amico godendosi una birra, viene avvicinato da una bella ragazza che gli chiede un passaggio a casa. Lui accetta dicendo al suo amico di continuare da solo. Quattro giorni dopo, non essendo tornato a casa, la sua famiglia denunciò il fatto alla Polizia. Si potrebbe biasimarli se avavano pensato che probabilmente stava godendo della compagnia della giovane donna? Ma questo non era coerente con la natura di Andre Daigle un uomo responsabile sul lavoro e con la sua famiglia che non avrebbe abbandonato raccogliendo ragazze in un bar: non era il suo stile. 
Poichè la Polizia non giungeva a conclusioni valide, la sorella di Andre dall'altra parte degli Stati Uniti portò una mappa della zona in cui il fratello viveva ed una fotografia a Rosemarie Kerr, una sensitiva. Rosemarie descrisse uno degli uomini responsabili del crimine e la posizione del corpo di Andre.  Ponendo la sua attenzione sul camion dell'uomo scomparso, avvertì subito un violento dolore alla testa che disse essere un eco del dolore che Andre aveva sentito. 
Rosemarie fu anche in grado di indicare il posto -una strada interstatale- dove il corpo di Andre sarebbe stato trovato.
Un giorno il fratello di Andre, che abitava vicino a casa sua, rimase scioccato nel vedere transitare il camion di suo fratello. Immediatamente gli diede la caccia e riconobbe uno degli uomini in cabina come quello descritto da Rosemarie Kerr.
 La Polizia intervenne e, quando il camion di Andre fu finalmente costretto a fermarsi dopo un inseguimento da brividi, gli assassini furono catturati. Gli uomini, Charles Gervais e Michael Phillips, ammisero che la vittima era stata scelta a caso per rafforzare la loro reciproca complicità in futuri atti criminali. La ragazza era stata inviata per attirare un Andre ignaro degli uomini, che lo avrebbero poi ucciso a colpi di martello in testa. Da 2000 miglia di distanza, Rosemarie Kerr aveva guidato la Polizia e
la famiglia di Andre a lui ed ai suoi assassini.

1. Edith "Google" Kiecorius

Ci sono poche cose più orribili della perdita di un figlio. Quando Edith "Google" Kiecorius fu rapita nel 1961, la Polizia di Brooklyn ha lavorato instancabilmente per cercare in ogni luogo la piccola di quattro anni. Purtroppo senza alcun risultato.  Tutti si stavano scoraggiando quando il vice-presidente della KLM, la principale compagnia aerea olandese, chiese aiuto a Gerard Croiset, un famosissimo chiaroveggente di Utrecht.
Croiset accettò d'indagare ma rifiutò l'offerta di essere inviato a New York. Sentiva che le dimensioni e la frenesia della città lo avrebbero sopraffatto e chiese solo una foto di Edith e una mappa, ma prima che gli giungessero, Croiset cominciò a ricevere impressioni relative alla posizione della bimba e fu in grado di dare una descrizione del suo rapitore.
La Domenica successiva, Mr.Vogels giunse in volo ad Amsterdam per incontrare Croiset. Aveva una fotografia, una mappa ed alcuni abiti di Edith. Croiset rapidamente iniziò a fornire informazioni,
 "... Vedo una donna scura seduta davanti a una finestra. Due case più in là, c'è una lavanderia ed una tintoria ... Vedo di nuovo questo edificio grigio ... Ci sono cinque piani ... Al secondo, sento una forte emozione ... La bambina è là ... È morta!"

Vogels passò queste informazioni alla Polizia di New York immediatamente e dopo poche ore il corpo di Edith venne trovato. Il suo rapitore ed assassino fu catturato una settimana dopo: corrispondeva perfettamente alla descrizione che Croiset ne aveva dato.
Purtroppo, i doni di Gerard Croiset non furono in grado di salvare Edith, ma hanno almeno assicurato il suo assassino alla giustizia.

TRADUZIONE WEBMASTER DA:  http://akorra.com

 

CONTATTO CON ROBIN WILLIAMS
(27-08-14)

Jesse Bravo è un famoso Medium di New York che lavora in Borsa di giorno e tiene sedute spiritiche di notte,  spesso per clienti che lavorano nel mondo dello spettacolo,  anche se non dirà mai a nessuno quali di loro bussino alla sua porta. Recentemente ha anche canalizzato Robin Williams per rispondere a tanti suoi fans angosciati per la sorte ultraterrena del comico così bruscamente scomparso. Bravo gli ha posto diverse domande e le risposte di Williams possono essere suddivise in quattro categorie:
Droghe,  Figli,  Denaro,  Depressione
.  Il tono della conversazione è stato profondo,  ma leggero ed una battuta o due sono anche giunte dall'altra parte. "Mostrami una persona che non sorride,  ed io ti mostrerò
una persona che ha bisogno di una colonscopia, "

 ha detto Williams,  secondo Jesse.  In sostanza: ci prendiamo troppo sul serio. Bravo,  ha detto che Williams ha chiesto ai suoi fan di non giudicarlo dall'ultimo 10 per cento della sua vita,  ma di ricordarsi di lui per l'altro 90 per cento in cui rideva molto. 
"Ricordatevi di lui sorridendo",  il suo consiglio. Il Medium ha notato che quando canalizza i Defunti,  qualunque siano i messaggi che gli giungono,  sono sempre filtrati dalle sue capacità di comprenderli. E 'come due persone che discutono di politica:
 i fatti sono i fatti,  ma a seconda del punto di vista,  possono apparire in modo diverso.

Ecco quanto Bravo ha saputo da Williams:
Droga: Anche il suo lavoro d'attore era una dipendenza; Williams ha detto che usava droghe per "andare al di fuori di se stesso." 
Alla fine della sua carriera Williams stava rallentando,  dedicando meno tempo ai ruoli di caratterista e più tempo a se stesso,  in isolamento e dolore. La sua famiglia è stata tenuta in ostaggio dalle sue dipendenze ed ha dovuto chieder scusa,  ha spiegato Bravo.
Nelle droghe e nella recitazione,  Williams "voleva solo cercare il conforto dell'oblio."

Figli: si è difeso dai  critici che dicono che li ha abbandonati."Non riesco a capire come un genitore possa uccidersi" ha scritto uno di essi.  Ed ancora:"Penso che avendo dei figli,  si debba rinunciare al diritto di suicidarsi,  non importa quali errori si facciano
nella vita,  il massimo obiettivo è di non traumatizzarli,  quindi,  non puoi ucciderti."

Williams ha convenuto che forse avrebbe dovuto aspettare ancora,  ha ricordato Bravo: 
"
Avrei dovuto semplicemente attendere e vedere come andava a finire"  sono state le sue parole ed  è apparso anche dispiaciuto per come ha ferito la sua famiglia,  ma  ha anche sottolineato che i suoi figli sono abbastanza cresciuti,  non li stava
lasciando senza un padre che li seguisse,  senza un genitore in grado di prendersi cura di loro.
"
Non ho lasciato la mia famiglia in modo disumano" ha detto Williams,  sempre secondo Jesse,  che ha saputo pure che
scoprire che il morbo di Parkinson stava prendendo possesso del suo corpo lo aveva spaventato non poco.
"Non c'era alcuna possibilità di guarirne. Il finale non sarebbe stato tanto bello."

Soldi: Era un Uomo divertente,  non un uomo d'affari. L'invidia si era solo insinuata in lui guardando altri attori che,  pur possedendo meno talento,  guadagnavano molto più di lui. "Io non sono pagato come se fossi uno dei migliori",  ha detto Williams,  eppure,  da buon comico,  ha preso la cosa come uno scherzo. "Sono sempre stato un cattivo uomo d'affari,  le battute erano i miei affari.

Depressione: una maledizione e una benedizione. Anche se le profondità dell'angoscia di Williams sono divenute evidenti solo alla fine,  Bravo ha detto che era grato per il fatto che la sua depressione lo avesse aiutato ad aiutare gli altri.
"Senza la depressione,  non avrei mai potuto vedere i problemi degli altri",  Williams sentì che lo scopo della sua vita era quello di vivere per gli altri,  ed ha compiuto la sua missione in larga misura. Alla fine del contatto ha esortato tutti a donarsi per il Prossimo:
"
E' ciò che mi ha tenuto in vita. Trovate dentro di voi quella voce che grida di cavalcare la felicità ovunque essa ti conduca,  e vivrete una vita oltre i vostri pensieri più selvaggi,  ma date sempre il meglio di voi stessi" un consiglio che ci sentiamo di condividere ampiamente.

Traduzione e adattamento Webmaster da: Epoch Times

 

"Perché non ricevo più segnali dall'Aldilà ? "  CLIC (09-02-14)
---------------------------------------------------------------------------

Lo scopo di un "segno" è quello di far sapere che il vostro amato è vivo ed ancora con voi, che è parte della vostra vita ed ha anche lo scopo di guidarvi, consentendovi di andare avanti nel superamento del dolore.
Se un'Anima vede che i segni che sta inviando vi stanno mantenendo impantanato dove siete, cesseranno di darvene, non come una punizione, ma per aiutarvi a procedere da soli ed imparare  le lezioni che dovreste imparare . In genere , quando i segni si fermano, secondo ciò che mi dicono le Anime , è perché si è diventati dipendente da essi . Le Anime dei nostri Cari sanno di cosa abbiamo bisogno , quando ne abbiamo bisogno , e quando tali segni possono far male , invece di aiutarci. Ho incontrato persone che ne sono diventate così dipendenti da non esssere in grado nemmeno di alzarsi dal letto se prima non ricevono una sorta di messaggio dai loro Cari .
 Questo è esattamente ciò che le anime non vogliono .
Si prega di tenere presente che questo non significa che il vostro amato è troppo occupato per essere con voi . Ho sentito dire molte volte , nelle sessioni con il lutto:
"Sono sempre qui per te quando hai bisogno di me, però non farlo diventare un lavoro a tempo pieno."

(Medium Anthony Quinata)

RIUNIONI CELESTI (02-02-14)

Una Lettrice ha chiesto ad Anthony cosa accade quando torniamo nell'Aldilà
 e ci riuniamo coi nostri Cari che ci hanno preceduto. Ecco la sua risposta:

Cara Debbie.

Diversi anni fa mi è stato chiesto di tenere una seduta medianica pubblica durante una vendita all'asta per raccogliere fondi per una donna di nome Ann, malata terminale di cancro al seno.  Risposi che l'avrei fatto volentieri e ne avrei donata una personale anche ad Ann. Molte persone sono spesso sorprese quando sanno che i malati terminali mi chiamano perchè vogliono sapere cosa aspettarsi quando arriva il loro momento, però mi venne detto che Ann probabilmente non sarebbe stata d'accordo, dato che lei non credeva nella vita dopo la morte. Con grande meraviglia di tutti, però, lei accettò .
Nel giorno della festa contattai sua zia ed Ann convalidò molti dei messaggi che le trasmisi, ad eccezione di quello in cui disse: "
Ci sarà una festa in tuo onore fra 3 settimane."
" Non ho in programma nessun altro festeggiamento al di fuori di quello di stasera" mi disse Ann.
Io insistetti, sua zia mi ripeteva che ci sarebbe stato un altro party fra tre settimane e che tutti coloro che stavano lì con lei erano entusiasti: era lei, Ann, l'ospite d'onore....; Ann mi guardò e alzò le spalle .
"Spero di non averti rovinato una festa a sorpresa", replicai.
Ventitre giorni dopo, Ann passò dall'Altro Lato e,  sono sicuro, sarà rimasta molto sorpresa dal party celeste. Venni invitato a partecipare al memoriale tenuto in suo onore e suo padre mi disse -pur non sapendo nulla della seduta di tre settimane prima- che non aveva mai visto sua figlia così tranquilla
come in quelle ultime tre settimane della sua vita .

Ci sono un paio di cose che possiamo imparare da questa storia: prima di tutto, che le Anime dicono che
la data della nostra transizione non è un caso e che l'unica variabile è la circostanza per cui accadrà;
in secondo luogo, che quando sarà giunto il nostro tempo,
i nostri Cari saranno lì ad aspettarci per darci il benvenuto e poi che, quando accade,  per Loro è un evento molto gioioso.
Ricordate sempre che la morte è devastante solo per quelli che restano qui.

Se la zia di Ann era così eccitata da non poter resistere dal dire a sua nipote che il suo tempo
di tornare a casa era vicino, che emozioni pensate che provino le Anime che sono in attesa
dei loro genitori, figli, fratelli ed amici?
Sì, ho sentito Anime dire ai loro cari durante una seduta che quando morirono si erano ricongiunti con quelli che amavano e che li avevano preceduti e mi hanno sempre ribadito che l'ultima volta che si erano visti qui sulla Terra sembrava fosse stato un attimo prima.
Per questo motivo, Loro ci incoraggiano sempre ad essere pazienti ed a continuare a
mettere un piede davanti all'altro durante il nostro viaggio attraverso il dolore.
Vogliono anche che noi sappiamo che saremo di nuovo insieme, riuniti con coloro che amiamo quando avremo imparato le lezioni che siamo venuti ad imparare qui.
Quando ciò accade , non è solo una riunione, è tempo di grandi festeggiamenti nell'Aldilà ! 

Fonte: Anthony Quinata -Medium- Trad.: WM-

 

I MEDIUM SONO DIVERSI!
(08-12-13)

Un nuovo studio condotto -tra gli altri- anche da Dean Radin e Julie Beischel, ha scoperto che l'attività elettrocorticale durante la 'comunicazione medianica' è nettamente diversa da quella registrata in altri momenti contemplativi, come pensare alla propria vita o a persone immaginarie . La ricerca è stata effettuata per studiare le possibili correlazioni tra la precisione delle dichiarazioni dei Medium e l'attività elettrica nei loro cervelli, ed evidenziare le differenze nell'attività cerebrale quando intenzionalmente evochino quattro stati soggettivi diversi .
Per farlo , i Ricercatori hanno raccolto dati di elettrofisiologia psicometrici e cerebrali da  sei individui che in precedenza avevano dato informazioni precise su persone decedute, in condizioni di doppio cieco.
Ogni partecipante alla sperimentazione ha effettuato due operazioni con gli occhi chiusi .
Nel primo compito, al Medium è stato dato il nome di una persona deceduta e gli sono state poste 25 domande , dopo di che gli è stato chiesto di ricevere informazioni rilevanti per 20 secondi e poi rispondere alle domande. Queste risposte sono state poi esaminate da persone che conoscevano i deceduti.  I Ricercatori hanno scoperto che, dei quattro Medium la cui esattezza poteva essere

Onde theta

<La loro frequenza e' tra i 3 ed i 7 Hz e sono proprie della mente impegnata in attivita' di immaginazione, visualizzazione, ispirazione creativa. Tendono ad essere prodotte durante la meditazione profonda, nell ipnosi e nella fase REM del sonno (cioe', quando si sogna). Nelle attivita' di veglia le onde theta sono il segno di una conoscenza intuitiva e di una capacita' immaginativa radicata nel profondo. Sono il ponte tra il conscio e l'inconscio. Quando si è in theta si ha accesso al subconscio, sede delle memorie e delle sensazioni. >

valutata, tre hanno ottenuto risultati significativamente al di sopra della pura probabilità (p < 0.03 ). Uno dei Medium ha mostrato anche una correlazione altamente significativa tra accuratezza ed attività cerebrale theta in regione frontale .
Nel secondo esperimento, i partecipanti sono stati invitati a richiamare quattro stati mentali per 1 min ciascuno, un processo che è stato ripetuto tre volte :

(1) pensando a una persona vivente conosciuta ,
(2) con l'ascolto di una biografia,
(3) pensando ad un persona immaginaria, 
(4) interagendo mentalmente con una persona deceduta conosciuta.

È interessante notare che differenze statisticamente significative nell'attività elettrocorticale tra i quattro stati mentali sono state riscontrate in tutti e sei i partecipanti , portando i ricercatori a concludere che:"
.. le differenze nell'attività elettrocorticale suggeriscono che l'impressione di comunicare con il defunto può essere uno stato mentale diverso e distinto dal pensiero ordinario, o dall'immaginazione " .

Ecco le conclusioni nelle parole degli Autori :

"In conclusione , crediamo che i risultati del Medium 1 , correlando precisione con attività elettrocorticale , possano qualificarsi come validi. I dati sulle differenze tra le fasce di potenza gamma tra i diversi stati mentali rimane sconcertante perchè sembra nascere, almeno in parte, dall' occhio o dall'attività muscolare.
 La caratterizzazione della natura esatta di questa differenza nella banda di frequenza gamma e la valutazione se una qualsiasi di questa attività provenga o meno dal cervello, richiede ulteriori ricerche . Presi insieme, i risultati dello studio suggeriscono che l'esperienza di comunicare con il defunto può essere uno stato mentale diverso
che non è compatibile con l'attività cerebrale durante il pensiero ordinario o l'immaginazione .
Fonte: http://www.dailygrail.com/Spirit-World/2013/12/New-Study-Finds-Mediumhip-May-Be-Distinct-Mental-State)

(Trad WM da vari siti Web)

"cosa dice l'aldilà sull'aborto?"
19 ottobre 2013 · da Anthony

Antony, sono curiosa di sapere qualcosa sull'aborto e non è inteso offendere nessuno. Viviamo in quello che sembra a me, una società usa e getta. Se qualcosa non è conveniente vogliamo solo sbarazzarcene. 
Dio o delle Anime, ti hanno mai detto nulla dell'aborto? (Da anonima)
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Questo è un tema così dibattuto che voglio precisare fin da subito che la mia risposta è venuta da quello che ho imparato da Coloro che vivono dall'altra parte del velo.
In tutte le letture che ho fatto, né la Luce Eterna dell'Amore, o le anime, hanno mai giudicato una donna per la sua decisione di interrompere una gravidanza, né hanno incoraggiato nessuno a farlo. Essi cercano di scoraggiare l'aborto, perché le anime stanno cercando l'opportunità di venire qui per continuare la loro crescita spirituale. Quello che dicono -ed è importante da ricordare- è che capiscono il motivo per cui una donna può scegliere di fare ciò che sente di dover fare.
In alcuni contatti in cui l'anima di una gravidanza abortita mi parla, dicono alla madre che capiscano il motivo per cui ha preso la decisione di fare quello che ha fatto. Mentre sarebbe loro piaciuto d'aver avuto la possibilità di nascere in quel particolare destino, dicono che ci saranno altre occasioni.
Penso che sarebbe saggio seguire l'esempio delle anime e della Luce Eterna di Amore e mostrare compassione, invece di giudicare le donne di fronte a questa decisione molto difficile.

Sensitivi e medium: che differenza c'è? (16-09-13)
di Anthony Quinata

Diversi anni fa, quando ho iniziato a venire a patti con la mia capacità di essere un ponte tra coloro che sono qui e quelli che vivono nell'Aldià, ho letto una cosa del tipo:
"Tutti i medium sono sensitivi, ma non tutti i sensitivi sono medium." Anche se non ho voglia di definirmi medium nè sensitivo [io sono un grande, grazie! :-) ], ho adottato il termine
 " medium sensitivo " dopo aver

PUBBLICATO CON L'ENTUSIASTICO CONSENSO DI ANTHONY!

Anthony, could I translate some of your posts for my italian website? TNX
------------------------------
Claudio, I’d be honored! Thank you!
Blessings, Anthony

 appreso che George Anderson si riferiva a se stesso in tal modo. Questo è avvenuto molti anni fa, quando poche persone si
auto-definivano Mediums, o addirittura non sapevano cosa fosse.
Non era insolito per me essere parte di un incontro medianico e di essere l'unico Medium lì dentro.  In questi giorni le cose sono diverse . Ultimamente, ho sentito gente che andava a vedere qualcuno che dichiarava di essere un Medium, per poi andarsene via arrabbiato, o peggio, col cuore in pezzi .
L'anno scorso ero a casa di un'amica che aveva messo in atto una seduta per una donna. Improvvisamente nel bel mezzo della sessione, l'anima della donna invocata è venuta da me! Voleva interrompere la sessione in modo che potesse parlare a sua figlia. Ho rifiutato, lei ha insistito e mi sono rifiutato di nuovo, ma lei continuava ad insistere .
Mi alzai per andare in bagno, sperando di allontanarmi da quest'anima, ma mi ha seguito anche lì e così ho accettato, al fine di convincerla a darmi un po 'di privacy .
Quando la mia amica finì la sua seduta, ho annunciato che avrei dovuto fare qualcosa per paura di essere perseguitato da un'anima che era nella Luce. "So che hai appena sentito tua madre -dissi- (non era stato così, ma ho dovuto trovare il modo di iniziare il contatto), ma ho un'altra " figura materna " qui che sta insistendo perchè vuole parlare con te. Tua nonna mi sta dicendo che è passata per un aneurisma cerebrale o un ictus, ha senso ? "
Gina annuì, e ben presto sua nonna si fece da parte in modo che sua madre potesse davvero venire a parlare con la figlia . Quando tutto era stato detto e fatto, Gina era in lacrime, e riconoscente .
"In realtà era proprio mia madre " mi disse .
Così che cosa aveva fatto la mia amica, se non una "lettura" come lei stessa credeva? Lei era, ed è, un grande talento sensitivo, ma non una Medium. Da buona sensitiva, ha sviluppato la sua intuizione al punto in cui può raccontare a chiunque la loro vita, da dove sono venuti, dove sono ora, e dare una guida su come andare avanti. Tali Sensitivi possono anche raccontare la storia dei vostri cari defunti e come quella persona è morta, ma un Medium, d'altra parte, può dire solo ciò che viene riferito dalle anime dei trapassati. Invece dell' intuizione, ciò che è in questione è la
"comunicazione ".
In altre parole, come Medium, se l'anima non mi dice nulla, non posso dirti nulla. Non è insolito, nel corso di una sessione, che ci siano periodi di silenzio, soprattutto all'inizio, mentre aspetto che l'anima mi dica qualcosa. In secondo luogo, nel corso di una sessione di supporto, non è insolito per un'anima dire qualcosa che solo voi sapete, o avete addirittura dimenticato! E' per me normale ricevere e-mails, anche mesi dopo un contatto, che confermano qualcosa che ho detto a qualcuno per cui non aveva alcun senso in quel momento. Uno dei miei esempi preferiti è stato quel che avevo detto ad un uomo i cui occhi immediatamente si riempirono di lacrime .
"Solo io e mia moglie ne eravamo a conoscenza! Era una promessa che mi ha fatto fare lei,
ma non riuscii a rispettarla dopo la sua morte . "
" Bene, "
gli dissi, " lei vuole che tu sappia che è felice che tu non l'abbia fatto".
Un'altra volta stavo contattando il padre di una donna che mi diceva di essere stato colpito a morte mentre commetteva una rapina in banca a poco più di 20 anni d'età.
Lei negò che fosse successo, fino a quando non lo riferì alla sorella maggiore, che confermò i fatti.
Lo scopo di una sessione di supporto è quello di farvi sapere che i vostri cari sono vivi ed ancora con voi e che vi guidano nel vostro cammino.  Per questo motivo potrebbero riportare qualcosa che vi è successo pochi giorni fa, o addirittura, ore prima della seduta...
Non potranno però interferire con le lezioni ancora da imparare.
Non possono dire che ci si dovrebbe, o non dovrebbe, sposare, quali saranno i prossimi numeri vincenti della lotteria o quali titoli di Borsa vendere o comprare. Le persone che vengono da me e che sperano di sentire questo genere di cose restano tristemente deluse, ma chi spera di trovare uno scopo più chiaro della propria vita, o nei rapporti personali e/o di lavoro, bene...dico loro di prenotare un appuntamento. Sarò il loro allenatore spirituale .

Se vuoi fissare un appuntamento con Anthony Quinata, invia una e-mail a Camille :
Camille.massing@gmail.com

"Quanto è lontano l'Aldilà?"(04-09-13)
(Dalla newsletter del Medium Anthony Quinata)

Vorrei sapere esattamente dov'è posizionato l'Aldilà.
Guardiamo al cielo in preghiera, perché l'Aldilà é oltre le nuvole ed il cielo?   (
Seguono altre domande).  -Barb-
-----------------------------------

Cara Barb ,
Amo queste domande! In tutta onestà , ho potuto, ed ho parlato per un paio d'ore rispondendo a domande come questa nei miei seminari, ma provo ad essere breve!

1) Vorrei sapere esattamente dove si colloca l'Aldilà.

C'è una storia, quella di un pesce che aveva sentito parlare di una cosa chiamata " acqua". Questo pesce era ossessionato dall'idea di scoprire dove fosse questa "acqua", quindi chiese ad altri pesci. Un altro pesce ammise di non sapere dove trovare "l' acqua", ma uno di loro gli suggerì di porre la domanda al vecchio pesce saggio.
Così il pesce si recò dal più saggio dei pesci che vivono nell'oceano e gli disse: " Ho sentito parlare di questa cosa chiamata 'acqua' e mi hanno detto che tu mi puoi dire dove posso trovarla."  Il vecchio pesce saggio lo guardò , e scoppiò a ridere..... Quando scende la notte, cosa succede alla luce? Dove va a finire ? Da nessuna parte! Tenebre e luce sono la stessa energia, ma la luce vibra ad una frequenza molto più elevata e così anche la vita nell'Aldilà vibra ad una frequenza molto più alta di qui.
Ecco perché non possiamo vederlo, sebbene sia tutto intorno a noi. Camminiamo nel buio pensando è tutto quel che c'è da vedere.... Siamo circondati dall'amore di Dio e delle Anime allo stesso modo in cui i pesci sono immersi nell'acqua ed il motivo è che siamo convinti d'essere separati da Dio.
E' questo senso di separazione che ci ha fatto desiderare di tornare qui per ricominciare, per imparare che non siamo affatto separati da Dio. Queste lezioni vengono apprese nei momenti di gioia, di trionfo, ma anche nelle prove difficili della nostra vita, dalle persone che amiamo e che ci amano e da quelle a cui facciamo e che ci fanno del male.

2) Guardiamo al cielo quando preghiamo, perché l'aldilà é oltre le nuvole ed il cielo ?

" Due uomini guardarono fuori dalla sbarre della prigione, uno
vedeva fango, l'altre le stelle".

Guardiamo al " cielo " quando preghiamo perchè ci dà speranza e fiducia, soprattutto quando ci sentiamo giù. Le Anime dicono continuamente che non sono in qualche luogo lontano, ma che sono più vicini a noi ora che vivono dall'Altra Parte, di quanto abbiano mai potuto essere mentre erano qui.

3) Sentiamo parlare di diverse dimensioni e regni, ma che cosa sono?

Quando le Anime parlano di " dimensioni", pensiamo ai diversi anni scolastici necessari per il conseguimento d'un diploma. Ogni grado rappresenta ciò che abbiamo imparato, quello che stiamo imparando e cosa possiamo ancora imparare.Alla fine del ciclo d'istruzione, alcune delle Anime guadagnano la "Laurea"  che rappresenta la completa unione con la Luce Eterna dell'Amore.
 Diventano, cioè, "uno con Dio".

4) Quando qualcuno muore fa un passo fuori dal corpo e attraversa
una porta che si apre solo al momento della morte?

Le Anime spesso paragonano l'abbandonare il loro corpo fisico nel momento della morte al togliersi di dosso abiti bagnati e pesanti. Dicono di aver provato una libertà che ha reso la morte un sollievo.
Dicono anche che morire è semplice come uscire fuori da una stanza ed entrare in un' altra e che tutte le nostre paure sono completamente false. Questo non significa che passano attraverso una porta, o che entrano attraverso i cancelli del Paradiso.  La transizione è così sottile che molte Anime mi hanno detto che sono rimaste sorprese di "essere morte", tanto per cominciare.
Si parla di passaggio da questa vita ad una " vita ancora più grande", ma non se ne rendono conto fino a quando non vedono i propri cari che sono arrivati Là prima di loro.

5) So che posso parlare con i miei Defunti e mi chiedo se mi sentono perché non riesco a dialogare con Loro. Non so cosa pensare circa i segni, come quelle persone che dicono di trovare piume (e così é successo anche a me), ma non potrebbero essere state lasciate da normali uccellini?

Molte persone pensano che quando contatto i loro cari durante una seduta, sto avendo con loro una normale conversazione. Magari fosse così semplice! La maggior parte del tempo in cui comunicano con me, lo fanno attraverso i sentimenti e le emozioni,ovvero lo stesso modo in cui lo fanno con voi.
Qualsiasi comunicazione " verbale" giunge come un pensiero.  Un altro modo di comunicare è mostrarmi dei simboli. Se vedo candele so che stanno parlando di preghiere. Se vedo un incidente d'auto, potrebbe significare che sono morti in un incidente stradale, o che sono morti accidentalmente, o che qualcuno qui ha avuto un incidente.  ADC's , come le piume, sono modi fisici che le Anime hanno per comunicare con voi, ovvero il modo in cui avrebbero comunicato con me, nella mia mente. Potrebbe la piuma essere caduta da un uccellino del cielo? Assolutamente si! Ma è l'Anima che c'ispira a pensare a Loro quando vediamo qualcosa di strano, il che lo rende un "segno ".

6) Se i nostri cari ci vedono perché noi non possiamo vederli? Cos'è esattamente che ci divide?

Non posso sottolinearlo abbastanza: nulla ci divide da coloro che amiamo dall'Altra Parte.
Come ho detto prima , la luce e il buio sono uguali, uno vibra solo a un livello superiore rispetto all'altro . Ancora una volta, noi crediamo nell'illusione della separazione, perché camminiamo nel buio pensando che ciò che non possiamo vedere non esiste.
Quelli che sono dall'Altra Parte hanno il vantaggio di vederci chiaramente e vogliono aiutaci perché Loro possono vedere ciò che noi non possiamo vedere.
Ciò che essi vogliono che sappiamo è che c'è una ragione per tutto ciò che accade nella nostra vita e quindi, per aiutarci a crescere spiritualmente.  La loro speranza è che, comunicando attraverso i segni ed medium come me , non perderemo la speranza, ma continueremo a mettere un piede avanti all'altro fino a quando saremo riuniti ancora una volta, in Cielo.
Dio vi benedica, Anthony

CHI VOLESSE RICEVERE LA NEWSLETTER DI ANTHONY, PUò RICHIEDERLA ISCRIVENDOSI DAL SUO SITO: http://anthonyquinata.com/

SENSITIVA SCOPRE UN DELITTO (18-07-13)

Sembra la trama d'un telefilm come "Medium" o "Ghost Whisperer" questa storia d'uno strano ritrovamento di cadavere avvenuta giorni fa in USA, a  Santa Ana, in California.
 Pam Ragland stava guardando un servizio televisivo sulle ricerche di un 11-enne scomparso in una cittadina molto distante da casa sua, quando ha sentito che qualcosa non andava.

La Ragland cominciò a piangere e poi ebbe una visione inquietante: un ragazzino sdraiato su un fianco con gli occhi chiusi, ma purtroppo, come avrebbe scoperto più tardi, Terry Dewayne Smith Jr., non dormiva: era morto. I poveri resti erano stati parzialmente sepolti in una fossa poco profonda sotto un albero a più di 120 Km di distanza da casa  sua.  Grazie alla sua "intuizione", le  Autorità hanno potuto incriminare per omicidio il fratellastro del ragazzo, appena  sedicenne.
I detectives hanno riconosciuto le modalità piuttosto bizzarre del ritrovamento del corpo del ragazzo e stanno indagando per capire se la Ragland abbia qualcosa a che fare con la sua morte.  Dal canto suo, la bella 50-enne ha detto che si è basata sulla sua capacità di vedere cose che altri non vedono.
"La sua immagine ricorrente nella mia testa non è mai cambiata. Non riuscivo a capire perché non si muovesse. Aveva gli occhi chiusi, ma ho pensato che stesse dormendo. Continuavo a vedere la scena: un albero solitario in mezzo ad una spianata e quel ragazzino esanime"
Ossessionata dalle strane immagini, Pam ha preso la sua auto e,  sempre seguendo le sue sensazioni, si è recata in piena notte nella zona delle ricerche, finchè qualcosa le ha detto di fermarsi. Nonostante il buio, aiutata anche dalla luce dei fari, ha riconosciuto l'albero e la spianata. Muniti di torce elettriche, lei ed i suoi due figli si sono brevemente aggirati in una zona già ampiamente battuta dai cani e dai poliziotti, dirigendosi verso l'unico albero presente. A quel punto è stato il terribile odore del cadavere in decomposizione a portarli dritti alla macabra scoperta. Avvertite le Autorità, il caso è stato rapidamente risolto ed il colpevole assicurato alla giustizia, in quanto il luogo del ritrovamento si trovava vicino all'abitazione dei due ragazzi. E' incredibile come non si fosse riusciti a scoprire prima il cadavere, nonostante il largo dispiegamento di mezzi e di uomini impiegati per diversi giorni. Un detective  ha detto di essere rimasto molto impressionato dalle modalità che hanno portato a risolvere il caso: "Faccio da 23 anni questo lavoro, ma non avevo mai visto nulla di simile", ha dichiarato ai giornalisti accorsi sul posto.
Pam non si considera una sensitiva ma si basa invece su un "sesto senso" o "intuizione" che la maggior parte delle persone non si rende conto di possedere.

Trad. Webmaster- (Fonte: Murrieta Patch News)

Un pesciolino
di nome Natalie, Steve e AllySplashy
(09-07-13)
Molti di voi ricorderanno Natalie, la Medium americana che tanto conforto ha dato agli amici della PdA ed ai pochi fortunati che ebbero un proficuo contatto coi loro Cari in quel di Riccione, nell'ormai lontano 2001.
Natalie ci ha precocemente lasciati nel 2009 per riunirsi a sua figlia Carrie, scomparsa solo un paio di anni prima e dopo appena un anno dal suo nuovo matrimonio con Steve Hodak. Steve ha raccontato sul sito del Medium Anthony Quinata questo simpatico episodio avvenuto quando Ally -la bimba di Natalie rimasta orfana della mamma e separata dal padre naturale a seguito del divorzio con Natalie- ebbe in dono un pesciolino rosso...
------------------------------

 

 

 


Un grazie di cuore ad  Anthony Quinata che ci ha gentilmente concesso di tradurre e ripubblicare questa storia, nonostante il copyright.

<E 'successo quando Natalie mi ha invitato a fare sedute insieme a lei per i genitori in lutto, in un campeggio in Ohio, sedute  che purtroppo vennero annullate per mancanza di iscrizioni. Per fortuna, Steve ha messo per iscritto tutto quello che è successo quel giorno, a proposito d'un pesciolino rosso di nome Splashy (che fa gli schizzi -NdR).
Dal momento che il ritiro non era in corso, Natalie, Steve, la loro figlia Alexa (Ally) ed io passammo il pomeriggio al campeggio.
Natalie aveva cucinato hamburger ed hot dog e servito un ottimo dessert. Mentre stavamo mangiando, Denise, una mamma in lutto amica di Natalie, ci raggiunse con in mano una busta di plastica contenente un pesce rosso che lei e il suo fidanzato avevano vinto ad una fiera e lo   donarono ad Ally, che subito lo chiamò "Splashy."
Beh, dopo il trasferimento dal sacchetto di plastica in un contenitore di dimensioni maggiori, purtroppo il pesciolino morì.... (Pausa per un momento di silenzio)
Ally, che a quell'epoca aveva sette anni, non la prese tanto bene: cominciò a piangere insistendo sul fatto che Steve doveva fare qualcosa per salvare il pesce. Così Steve iniziò a praticare le tecniche di rianimazione bocca a bocca sul pesciolino.... Sì, Steve aveva portato il pesce fino alla bocca, soffiando nella sua!!!  Beh, quando Natalie vide questo, cercò  di trattenere il respiro per non ridere ad alta voce, ma grosse lacrime iniziarono a rigarle il viso. Ally l'aveva vista e corse verso di lei, angosciata per il suo pesce, chiedendo di sapere che cosa fosse successo alla sua mamma
"Niente amore. Sono solo triste per Splashy, " le disse lei e poi si coprì il viso.
Natalie cercava disperatamente di trattenere le risate che però suonavano come singhiozzi provenienti da dietro le mani, mentre le spalle le andavano su e giù, sicchè Ally credette che stesse davvero soffrendo per la morte di Splashy.  Così tornò indietro di corsa per controllare  a che punto fosse Steve con i suoi sforzi di rianimazione.
Le sedute medianiche hanno lo scopo di aiutare le persone che sono in lutto per superare il dolore, così ho pensato, perché non aiutare una bimba che sta soffrendo per la scomparsa del suo pesce rosso? Chiesta conferma a Natalie del nome del pesce, chiamai la sua bimba: "
Ally ... Ally, tesoro», le dissi il più dolcemente, e seriamente possibile (il che non mi fu affatto facile),
"
Sto sentendo un nome. Il nome che sento è 'Splashy.' Sai chi è? "
"Questo è il nome del mio pesciolino," singhiozzò Ally. Tenete a mente che la mamma di Ally è una Medium, sicchè i contatti non erano per lei una novità.
"Oh ... beh ... Splashy vuole che ti dica che sta bene, e che si trova nel paradiso dei pesciolimi.
Vuole inoltre farti sapere che ha una sorellina di nome 'Goldy'. "
Ho guardato Natalie e Steve, che entrambi si stavano coprendo il volto con le mani per non ridere.
Era tutto quello che potevo fare per non ridere io stesso, ancora una volta.
"Se Denise," continuai, "va in un negozio di animali e guarda con attenzione, sarà in grado di trovare Goldy. Splashy mi ha detto che vuole che tu faccia da mamma alla sua sorellina.
Ha bisogno di una mamma. Va bene? "
"Va bene", rispose Ally. Naturalmente, voleva che Denise andasssa  subito a trovare "Goldy".
Per fortuna, Natalie, Steve e Denise furono in grado di convincere Ally che il Lunedì sarebbe stato un giorno migliore per trovare la sorella di Splashy.  Dopo una degna sepoltura, Ally era calma e fu presto felice d'andare in bicicletta su e giù per il campeggio.
"Grazie", Natalie mi sussurrò, ancora con le lacrime agli occhi. Più tardi, stavamo prendendo in giro Steve per aver praticato una CPR ad un pesce, ma lui non si scompose:
"Ha funzionato nel film Il Dr. Doolittle con un criceto, ho pensato...
perché non dovrebbe funzionare anche con un pesce? "
Bei tempi.

(Trad WM dal Sito di Anthony Quinata)

QUANDO I 'GRANDI' MEDIUM
SI SBAGLIANO

(17-05-13)
Nel rispetto della nostra linea editoriale, che cerca sempre di osservare i fenomeni paranormali con la massima obiettività, vogliamo quest'oggi soffermarci su una vicenda che ha scosso l'America ed il mondo, dopo il ritorno a casa delle tre donne che, come saprete, lo scorso 8 Maggio,  sono fuggite da una casa dove dicono di essere state tenute prigioniere per un decennio, in balia di un folle
Non tutti in Italia sanno perè che, a suo tempo, il caso delle tre rapite aveva suscitato molto scalpore sui Media d'oltreoceano, soprattutto quando la famosissima Medium Silvia Browne aveva dichiarato pubblicamente durante un talk show -ed in presenza della madre di una delle ragazze- che la di lei  figlia era morta. .
Si tratta di Amanda Berry, alla cui madre, Louwana Miller, venne detto brutalmente nel 2004 - un anno dopo la sua scomparsa -  dalla famosa Medium Sylvia Browne che sua figlia era sicuramente morta. Ecco un breve resoconto della seduta televisiva in cui la Browne rivelò che la ragazza era stata uccisa e gettata in mare:
--------------
Miller: Mi puoi dire se mia figlia sarà mai trovata?

Browne: Vedi, cara, io odio dirlo quando sono sott'acqua. Odio dire questo. Lei non è più viva. E ti dirò perché. Tua figlia non era il tipo che non ti avrebbe chiamato ... Mi dispiace che non ho trovato la giacca.
Mi dispiace di non averla trovato, perché c'era il DNA
[dell'assassino] su di essa.

--------------------
Louwana Miller morì (forse di crepacuore) nel 2006, senza che il caso di sua figlia scomparsa fosse chiuso - anche se le notizie di quel periodo indicano che i commenti di Sylvia Browne posero fine alle sue speranze che Amanda potesse essere trovata viva.
"Non è mai stata la stessa da quel momento in poi. ", ha detto una persona che la conosceva. 
Questa non è la prima volta che Sylvia Browne è stata terribilmente inesatta su una persona scomparsa. Nel 2007 Shawn Hornbeck fu trovato vivo, dopo che la Browne aveva precedentemente detto ai suoi genitori che era morto. Nel 1999, aveva rivelato alla nonna di una ragazza scomparsa, che ella era stata rapita e posta in schiavitù in Giappone, ma quattro anni dopo il suo corpo venne trovato negli Stati Uniti, dove gli investigatori scoprirono che era stata uccisa poco dopo il suo rapimento.
L'elenco delle terribili gaffes continua e ve lo risparmiamo...
Sappiamo perfettamente che i Mediums non possono essere esatti al 100%, ma un così lungo elenco di falsi suscita il nostro disappunto, ed ecco perché.
Non sarebbe meglio dire, "Ho una sensazione, ma potrei benissimo sbagliarmi? " ,
Andare in TV a dire in pubblico -e con tale certezza- del destino dei loro figli a queste persone disperate (a volte addirittura  rimproverandoli quando esternano il benchè minimo dubbio)
è sbagliatissimo, disumano e non giova certo alla causa della ricerca seria sulla Medianità.
Ne consegue che, anche se sei una persona che pensa che ci potrebbe essere qualcosa di vero sulla medianità, l'inettitudine e l'atteggiamento insensibile di una Sylvia Browne gettano discredito su chiunque voglia occuparsi seriamente di ricerca ESP, anche se ci sono tante indicazioni che potrebbe esserci qualcosa degno d'indagine scientifica. Ci consola però sapere che, sebbene questa donna abbia fatto fortuna vendendo le sue assurdità con l'inganno, d'altro canto ci sono molti ricercatori che lottano ancora per ottenere fondi per effettuare ricerche sulla medianità...quella  SERIA,
perciò la PdA cercherà sempre di proporre all'attenzione dei suoi Lettori solo le notizie più attendibili e verificabili su un argomento così complesso e delicato .

WEBMASTER

TORNA A INIZIO PAGINA
 

PAG 1 PAG 2

 

(DA SOMMARE AI 277. 000 VISITATORI CONTEGGIATI DA BRAVENET fino a Luglio 2010)