MULTIMEDIA: FILM -TV- WEB

FRANCESCA SCARRICA "INTERVISTA"
 IL MEDICO EROE!
(15-02-20)CLIC!

Il male non riposa mai su questa terra, e questo medico eroe che tutto il mondo ha conosciuto per il suo coraggio e la sua abnegazione, ce ne dà l'ennesima testimonianza. La verità dov'è? Anche lui ancora se lo chiede, e solo Dio sa quali oscuri interessi si celano dietro la nuova tragedia che l'umanità sta affrontando.
http://www.metafonicamente.it

 

CI SIAMO?


https://www.youtube.com/watch

------------------------------------------------------------------


ANABELA CARDOSO RICORDA PADRE BRUNE
RECENTEMENTE SCOMPARSO

L Fondazione Butterfly Onlus é molto attiva in Nord Africa come potete vedere nel filmato: https://youtu.be/obGtrYBklpc

------------------------------------------------------
Tel +39 0543 445206 - cell.+39 335 5297351
Mail: info@butterflyonlus.org
Sito: www.butterflyonlus.org

--------------------------------------------------

Prof. Vittorio Marchi:
 La realtà che percepiamo é un' illusione,
é SOLO
Entanglement quantistico
https://youtu.be/YVCG-vfDmBQ

Se si capisce il concetto dell'entanglement quantistico ... si capisce la vita, la morte, la spiritualità, la materialità...in una parola si capisce.
(GRAZIE A SILVIO TIMESTREAM PER LA SEGNALAZIONE)

------------------------------------------

INCREDIBILI IMMAGINI ITC DALL'ALDILA'! (04/08/17)

Ci stiamo avvicinando al giorno emozionante in cui avremo una comunicazione visiva diretta col Mondo Spirituale.
Sonia Rinaldi, uno dei più importanti ricercatori di Trans-comunicazione Strumentale in Brasile, è riuscita ad identificare i volti di quattro persone conosciute (cari dei suoi sostenitori) in queste immagini, che ha recentemente ricevuto sul suo computer.
E' evidente
che c'è stato un grande miglioramento del collegamento con la stazione di invio ultraterrena, visto che le immagini sono chiarissime ed a colori!
(Clic sull'immagine per visualizzare il video)

Fonte:http://www.victorzammit.com/

Giampaolo Origlia - Fisico : Mio figlio è vivo nell'Aldilà.  Prove schiaccianti

Il Dott. Giampaolo Origlia è un fisico. Ha studiato e insegnato fisica. Un giorno riceve una telefonata dai carabinieri che gli chiedono se è il papà di Luca. Lui presagisce già qualcosa di sinistro; il figlio Luca è morto in un incidente d'auto. Il mondo crolla addosso a lui e a sua moglie. Sopravvivere ai propri figli è qualcosa di innaturale, doloroso, inconcepibile. Inizia successivamente a porsi delle domande , lui un fisico, abituato a trattare argomenti razionali, numeri ed equazioni complesse, formule scientifiche ed esperimenti ripetibili e verificabili... incomincia a pensare all'imponderabile, al non-misurabile, l'ipotetico e astratto tema del dopo-vita, dell'aldilà. Giampaolo nonostante abbia una formazione scientifica e una mente lucida e razionale, non riesce a rassegnarsi che il suo Luca sia scomparso nel nulla. ...Puff...svanito! No! Ci deve essere qualcosa che sopravvive alla morte. O almeno lo spera. Incomincia a leggere e documentarsi, a sbirciare articoli che mai si sarebbe sognato di consultare. Ricordiamoci che stiamo parlando di un uomo che ha studiato e insegnato fisica, una materia matematica, una branca della scienza che postula causa/effetto ripetibile e verificabile. Giampaolo viene a conoscenza di una certa Natuzza Evolo, una mistica che abita in Calabria a Paravati. Quello che legge di questa donna lo colpisce. Testimonianze di migliaia di persone che certificano la sua buona fede, non chiede soldi, viene addirittura consultata da chirurghi e medici laddove questi hanno problemi a diagnosticare qualche strano male e puntualmente Natuzza gli dice diagnosi e punto del corpo da trattare. Giampaolo non perde tempo, non ci pensa due volte, insieme a sua moglie si reca in calabria a Paravati dove precedentemente aveva preso un appuntamento con Natuzza. Quello che segue è il suo racconto. Incredibili prove della sopravvivenza del suo Luca lo attendono...
(Grazie a Moninka di Roma per la segnalazione)
*********************************************
FILMATA L'ANIMA? (07-08-16)
Se questo video ripreso da una telecamera di sorveglianza di un ospedale cinese non è un falso, l'anima di una persona che sta morendo sarebbe stata ripresa per la prima volta!

(Cliccare sull'immagine per visualizzare il filmato)
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Intervista a Max Tegmark
******************************

*************************************************************

L'ALDILA' DESCRITTO NELLE COMUNICAZIONI DEI DEFUNTI

Di Danila & Virgilio

 

VIDEO DI alexandra rendhell:
storia dello spiritismo

Clicca

**************************************

Silvio ci ha inviato questo interessante video sul tema:
Dio, o Caso?

***************************

Io penso che questo documento su Chico Xavier possa essere di conforto a molti padri e madri che hanno perso un figlio. Saluti di cuore. Silvio

 

*********************************************
EFREMOV: UNO SCIENZIATO TORNATO DALL'ALDILà

Un video in cui lo Scienziato Sovietico racconta con parole semplici la complessità del mondo che ha visto e sperimentato durante la sua NDE, di cui vi abbiamo già parlato QUI.

 

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

MARCELLO BACCI IN UN VIDEO RARO ED ECCEZIONALE


Una preziosa testimonianza grazie alla TV svizzera italiana mostra in diretta presso il Centro Psicofonico di Grosseto Marcello Bacci e il suo staff all'opera nella ricezione dI voci e oggetti dall'aldilà di entità e defunti. Particolare non meno importante, la mostra degli "apporti", oggetti che le entità fanno apparire dentro il centro durante gli esperimenti. Un documentario incredibilmente ricco di testimonianze e curiosità.
Da non perdere.

https://www.youtube.com/watch?v=TFLHom23GCo

DUE CASI DI NDE NEI RICORDICLIC PER IL VIDEO
 DI UN RIANIMATORE
 
(06-07-14)
Una notte in terapia intensiva, due donne in arresto cardiaco a poche ore di distanza una dall'altra, di estrazione sociale diversa, di cultura diversa, una religiosa una laica, due donne che più diverse non potrebbero essere... il Dott Carlo Cipolla, Direttore della Divisione di Cardiologia dell'IEO di Milano ci racconta cosa successe quella notte e cosa gli raccontarono le due donne a distanza di circa un anno su ciò che avevano provato mentre erano in arresto cardiaco, e cioè un'esperienza molto simile nei loro racconti di vita oltre la vita, in quel tunnel di luce che molti hanno testimoniato di aver visto e che rimane uno dei misteri più affascinanti della mente umana (o per chi è credente della conferma che esiste un "dopo") ma che comunque emoziona e fa pensare...
 
http://www.youtube.com/watch?v=uJrtGrGOVlM

 

FILMS DA NON PERDERE!

“Il paradiso per davvero”
 
CLICnelle sale dal 10 luglio

UNA STORIA VERA – Il film è basato sull’omonimo libro (best-seller) di Todd Burpo e Lynn Vincent, i quali hanno raccontato la storia accaduta al loro piccolo figlio durante l’esperienza pre-morte. Sebbene il racconto abbia una forte connotazione religiosa, la vicenda suscita sentimenti di fiducia e solidarietà e pone alcuni interrogativi universali attraverso i dubbi sulla possibilità di un altrove e la condivisione con gli altri delle proprie speranze; lo stesso padre di Colton, pur essendo un uomo di fede, è preso dall’incertezza di fronte a un fatto del genere.
 

LA PdA HA PUBBLICATO LA NDE DI COLTON CLICCA SULLA FOTO

GRAVITY, UN FILM CHE PARE-NORMALE, MA...
(05-03-14)
Clic x Zoom

Ha vinto numerosi Oscar e può avere una doppia chiave di lettura, vi consigliamo di andarlo a vedere... Se non resistete a conoscere la trama completa,
 potete leggerla sul Blog di Michael Prescott.

UNA NDE TUTTA ITALIANA!
http://www.youtube.com/watch?v=IBB6D9izCyU
L'incredibile esperienza di pre-morte di Valeria Biagio. Il cuore non batte più, si stacca
dal corpo e vede cosa c'è dall'altra parte.
(Grazie a Moninka che ce l'ha segnalata)


TRE VIDEO SULLE NDE (31-05-13)

LA NDE DEL MAGO ZURLì

NDE dell'on Umberto Scapagnini (Medico)

Il dott. Allan Hamilton, parla di alcune esperienze straordinarie
(GRAZIE  A MONICA PER LA SEGNALAZIONE)
--------------------------------------------------------------------------------------------

HEREAFTER: UN Clic per leggere una recensione del FilmCAPOLAVORO! (18-01-11)

Dopo aver visto l'ultimo film di Clint Eastwood, ne siamo usciti molto favorevolmente impressionati, certo più della critica che -pero' - è apparsa divisa quasi a metà fra elogi e giudizi poco lusinghieri. Di questi ultimi ve ne cito uno per tutti: NOIOSO. A nostro avviso, invece,  Il Regista (ormai ultraottantenne) tocca con mano delicatissima l'argomento "Aldilà" (Hereafter significa appunto questo in Inglese) e tutte le problematiche connesse alla Medianità ed alle (ostacolate) indagini su questa tematica, viste da tre punti prospettici diversi.
Da non perdere e da rivedere a casa su DVD!

NON ANDATE A VEDERE "AMABILI RESTI"!  (05-03-10)
RECENSIONE A CURA DI GIULIA

Ecco perchè non raccomando la visione del film Amabili Resti a persone impressionabili (quali io sono), specie se hanno perso un figlio, sebbene da tutto il film traspaia nel complesso una forte sensazione di poter comunicare e stare in contatto fra l'Aldiqua e l'Aldilà.
La ragazzina di 14 anni (Suzy Salmon) viene uccisa e fatta a pezzi da un serial killer, che chiude i resti del suo corpo in un sacco, che a sua volta chiude in una vecchia cassaforte in cantina. La ragazzina non ha la percezione di questi eventi, perchè, come il maniaco comincia a molestarla, ha la cognizione di sfuggire al proprio aggressore e scappare via. Fino a questo punto ci siamo: il film rispecchia quanto sappiamo ciò che avviene nel momento del trapasso. Quando però Suzy cerca di raggiungere casa sua (altro fatto normale nei racconti di chi muore) si ritrova in una versione da incubo o astrale della sua casa, dove è in grado di aprire le porte usando le maniglie, ma che trova vuota, mentre in realtà in casa c'è sua mamma che dà alla polizia una descrizione di come era vestita la ragazza al momento della scomparsa.
Peggio ancora, da questo punto, la ragazza accede ad un ambiente del tutto distorto dalla vena horror del regista (e in parte dello scrittore del libro su cui il film si basa) che è una versione da incubo della stanza da bagno del serial killer che l'ha uccisa, immerso nella vasca, in un liquido pregno di fango, con schizzi e pozze di sangue un po' da per tutto. L'ambiente
NON è la vera stanza da bagno di questo individuo, ma una versione grottescamente horror e distorta, come in un incubo, in presenza della quale la ragazza capisce di essere stata uccisa, urla disperata e lascia l'ambiente terreno.
Questo NON rispecchia ciò che accade dopo la morte, in quanto, se è vero che ci vengono risparmiati eventuali dettagli dolorosi o traumatici circa la nostra morte, ciò non accade al fine di intrappolarci successivamente in un incubo.
Le cose procedono poi secondo il copione del tunnel, ma la ragazza si trova in una specie di terrra "di mezzo", dove l'unica presenza è l'ultima vittima del carnefice, che la redarguisce. Le dice che non avrebbe dovuto "voltarsi indietro", ma avrebbe dovuto procedere verso la "destinazione finale" (il Paradiso, lo si vede dopo), un luogo "
dove non esistono nè campi di granturco, nè ricordi, nè tombe". Questa frase potrebbe anche sfuggire a chi vede il film, ma sicuramente lavora nel subconscio e ci ripropone il solito tabù che non ci si deve impicciare degli affari dell'Aldilà, pena il rimanere intrappolati, o intrappolare i nostri cari, in una sorta di luogo intermedio e, peggio ancora, suggerisce che nell'Aldilà non ci si porta ricordi.
Il messaggio finale del film è che bisogna, da parte di chi muore e di chi resta, accettare che il mondo continua senza di noi, ed anche che il dolore di una madre per la morte della figlia la tiene in qualche modo intrappolata; in fatti, è solo quando la mamma accetta di riaprire la cameretta, arieggiarla e accettarla così come, senza più sua figlia viva, la figlia è veramente libera di proseguire il suo cammino. Ecco perchè tutto sommato questo film non mi piace ed anzi lo reputo dannoso per una persona a lutto.
Un caro saluto.
Giulia

UN FILM DA NON VEDERE! (09-02-10)
 
Paranormal activity, malori in sala e accuse. «Va vietato ai minori»

Ecco uno di quei soliti films che fanno vedere il Paranormale sotto una luce negativa! Non è che nell'Aldilà siano tutti buoni, poichè esistono  "diavoli" per ogni livello negativo.  Essi altro non sono che spiriti che furono "cattivissimi" sulla Terra, e che si ritrovano su identici livelli di esistenza dopo il Passaggio, accomunati dalle loro identiche negatività. Spaventare la gente su queste tematiche al solo fine di lucro è estremamente pericoloso, poichè abbassa il livello di vibrazioni di chiunque cerchi un contatto sereno con i propri Cari. Non fatevi trarre in inganno dal titolo, perciò, e sconsigliatene la visione a tutti i vostri Amici e Conoscenti!

WM

PREMONITION
Clic per vedere alcune scene (PREMONIZIONE)

Non si può cambiare il destino che noi stessi ci siamo scelti, ma l'interprete del film (Sandra Bullock) ci prova quando scopre che in quello che le sembra un sogno, il suo adorato marito muore in un gravissimo incidente d'auto. Si sveglia e se lo ritrova accanto, poi si addormenta e partecipa ai funerali, rischiando d'impazzire. Alla fine capisce che i giorni della settimana le si presentano in sequenza casuale e così.......

Bel film da un punto di vista "Paranormale" ma con qualche lentezza della regia che a volte ricordano il ben più celebre "The Others". Buona la fotografia che ci fa intuire i momenti salienti della storia, ottima l'interpretazione della Bullock che però prevale con la sua bravura, su tutti gli altri attori. Qualche richiamo a "Medium" lo abbiamo visto nelle due bambine e nei loro nomi, mentre il finale appare scontato già dopo una mezz'ora di suspense.
 Per visionare alcune sequenze del film, cliccate sulla foto.

************************************************

"MEDIUM" LA VERA VITA DI ALLISON DUBOIS (01-01-06)

S
edici episodi in onda a partire da mercoledì 28 dicembre, per la sola prima settimana anche il venerdì 30 dicembre su RAI3.
Continuerà le settimane seguenti il mercoledì sempre in prima serata. Interpretata da Patricia Arquette (Oltre Rangoon, Marito a sorpresa, Strade perdute), che per questo ruolo ha appena ricevuto l'Emmy Award, "Medium" è stato sicuramente uno dei casi televisivi del 2005 negli Stati Uniti. Programmata nel prime time del lunedì, è riuscita a contenere gli ascolti di un hit come "CSI: Miami" risultando la serie di maggiore ascolto della NBC per l'intera settimana nella fascia 22.00-23.00, e totalizzando il maggior numero di spettatori per il network nella fascia compresa tra i 18 e i 49 anni.  "Medium" è stato riconfermato per la stagione 2005-2006 e la seconda serie è già in programmazione in questi giorni in America.
Creato da Glenn Gordon Caron, autore e produttore nel 1985 di Moonlighting, la serie che scoprì il talento di Bruce Willis e Cybill Shepherd, basato su una storia vera, quella di Allison DuBois,(studiata dal Prof. Schwartz) "Medium" racconta le vicende di una praticante avvocatessa, madre di tre bambine, che scopre di avere poteri paranormali (sogna eventi accaduti o che stanno per accadere, parla con i morti) e comincia a chiedersi se sia giusto o no utilizzarli nel suo lavoro.
La serie segue, caso dopo caso, episodio dopo episodio, la vita della Dubois anche alle prese con la sua capacità di bilanciare la professione con la famiglia, combinando felicemente elementi drammatici e realistici con momenti di alta tensione.
La critica è stata generosissima con "Medium", definendolo "raro, ben fatto, intelligente, di classe"; il cast, di ottimo livello, vede la Arquette affiancata da Jake Weber nel ruolo del marito Joe, e le sorprendenti Sofia Vassilieva e Maria Lark nel ruolo delle piccole Ariel e Bridget; Miguel Sandoval è un incisivo Procuratore Distrettuale, Arliss Howard, che figura nel primo episodio, ma ritornerà anche nella seconda serie, veste i panni di un prima scettico poi partecipe ranger del Texas.

IL RIASSUNTO DI TUTTE LE PUNTATE

CHE FATICA FARE LA MEDIUM!
 Redazione de "Il Giornale"

n. 314 del 06-01-2006 pagina 31  

Se è vero, come ci viene detto, che Medium (mercoledì su Raitre, ore 21) si basa sulla storia vera di Allison Dubois, praticante avvocatessa che scopre di avere poteri paranormali in base ai quali visualizza delitti e colpevoli tanto da essere ingaggiata dall'ufficio del procuratore distrettuale, si può affermare con sicurezza che la «vita da medium» è tutt'altro che invidiabile. Allison, interpretata da Patricia Arquette, passa tutto il tempo a elucubrare su quello che ha sognato (la maggior parte delle «visioni» avvengono mentre dorme) e a turbarsi per quello che ha visto o previsto. Non si capisce come resista il suo matrimonio, perché il povero marito viene persino svegliato di notte per essere messo al corrente delle inquietanti profezie della donna. Non parliamo dei pasti in famiglia, inframmezzati da spaventevoli vaticini su tutto il male possibile o immaginabile intravisto nel passato, avvertito sensorialmente nel presente o incombente nell'immediato futuro. Tempo per il sesso: zero o quasi, e ci si stupisce che la protagonista sia riuscita a fare tre figli, se non presumendo che li abbia concepiti non tanto tra un sogno e l'altro (non ne avrebbe il tempo) ma probabilmente durante i sogni stessi. Si sarà nel frattempo capito che Medium non è propriamente una fiction distensiva. Anzi, appartiene al genere «monomaniacale» la cui ripetitività di situazioni sceniche si avverte a maggior ragione se al telespettatore vengono fatti vedere tre episodi di fila come accaduto ad esempio nella serata di mercoledì. Il primo procura un certo interesse per l'indubbio impatto emotivo del plot narrativo, al secondo si comincia a sospettare che la minestra sia sempre quella, al terzo se ne ha la certezza. Vi è però da dire che questa fiction, che ha riscontrato un notevole successo in Usa tanto da contrastrare un colosso come C.S.I., si avvale di una batteria di ottimi interpreti (oltre alla protagonista Patricia Arquette va segnalato l'efficace Miguel Sandoval nei panni del procuratore distrettuale). Inoltre gli sceneggiatori hanno avuto l'accortezza di mantenere dialoghi e situazioni all'insegna dell'asciuttezza espressiva, in modo da ancorare la fiction a una dimensione quanto più possibile realistica rispetto alla deriva più spettacolarmente onirica o trascendente. Buona, per il momento, anche l'accoglienza del pubblico italiano, che finora come «personaggio medium» aveva avuto a che fare soprattutto con Rosemary Altea ai tempi del Costanzo Show, e pur di avere un nuovo punto di riferimento accoglie adesso Allison Dubois gettando nello sconforto Piero Angela, gli adepti del Cicap e i razionalisti di ogni età.

 

 

WHITE NOISE: IL FILM

Michael Keaton interpreta l'architetto di successo Jonathan Rivers, la cui tranquilla esistenza è sconvolta dalla notizia dell'improvvisa scomparsa e morte della moglie Anna (Chandra West). Dopo qualche tempo, Jonathan è contattato da un uomo (Ian McNeice) che afferma di ricevere messaggi da Anna attraverso l' E.V.P. (Electronic Voice Phenomena). In un primo tempo scettico e piuttosto infastidito, Jonathan si convince progressivamente della verità di quei messaggi e presto il desiderio di entrare in contatto con la moglie morta diventa per lui un'ossessione. Accostarsi alla tecnologia E.V.P., con i suoi messaggi soprannaturali, spalanca però la porta su un altro mondo, consentendo l'entrata nella vita di Jonathan di qualcosa di indesiderato.

Le parole "white noise" del titolo, i rumori bianchi appunto, richiamano la tecnologia EVP (Electric Voice Phenomena), scoperta dallo psicologo Konstantin Raudive, negli anni '50. Utilizzando radio e registratori, lo psicologo era riuscito a catturare suoni simili a voci. Successivamente perfezionata dalla American Association of Electronic Voice Phenomena (AA-EVP), fondata nel 1982 da Sarah Estep e dedita al supporto di questi studi, la tecnologia EVP perfezionò tali procedimenti, registrando voci e catturando immagini che si vuole appartengano a persone o entità appartenenti a una dimensione diversa dalla nostra. Non tutti i membri della AA-EVP attribuiscono i suoni registrati a entità spirituali, o a defunti, ma continuano a sperimentare questa tecnologia, convinti che qualsiasi cosa generi tali fenomeni sonori e visivi vada comunque studiata e compresa.


Link alla recensione Completa del film

LA CITTA' DEGLI ANGELI

 Bellissimo film sul Paranormale dove lei (Meg Ryan), giovane  chirurgo  "rampante",  s'innammora dell' Angelo Custode  (N. Cage) di un suo paziente durante un intervento in cui non riesce a salvare il malato. Non vi dico altro, ma mi preme sottolineare la similitudine fra la "fiction" e quanto é  REALMENTE ACCADUTO ad un vero chirurgo Americano.... (Clic)

------------------

THE PASSION

Girato quasi interamente nella nostra bellissima Matera, il film é adatto solo a persone poco impressionabili. All'uscita ho visto due ragazzi che a stento trattenevano le lacrime dire: "Ma se quest' Uomo ha sofferto tanto per noi, allora era veramente il Figlio di Dio!"

Da non perdere e da rivedere a casa acquistando il DVD.

**************

DRAGONFLY

ADC ed NDE sono sapientemente mixati in questo film dal finale a sorpresa che, se non l'avete visto, DOVETE correre a comprare in cassetta o DVD. Dato che in zona non lo trovavo,l'ho ordinato via internet all' indirizzo che vedete qui sotto e, pur vivendo nel profondo sud, mi é stato recapitato in 36 ore! IBS.IT

Un marito entra in contatto con la defunta consorte: il dottor Joe Darrow, che lavora nell'ospedale di Chicago, perde la moglie Emily, anche lei medico, durante una missione nel profondo Venezuela. Joe mantiene la promessa che aveva fatto alla donna, andare a trovare i suoi piccoli pazienti nel reparto di oncologia pediatrica. Ma più il tempo passa, più l'uomo non riesce a rassegnarsi alla perdita e si convince che Emily stia cercando di contattarlo dall'Aldilà.
La libellula del titolo è l'animale portafortuna della morta, è un angioma della sua pelle, è in un fermacarte che cade da un comodino o esce da una scatola per il trasloco, è l'insetto che si presenta alla finestra, è il simbolo dell'incontro dissestato tra "Ghost" e "Il sesto senso".

Aldilà Dei SogniClicca sulla foto per saperne di piu' sul film. (Clic sulla locandina)

Da vedere e rivedere! Assolutamente congruo con tutte le informazioni che riceviamo dall'Aldilà!

La Stanza Del Figlio <---(Clic e Leggi Ns. Articolo)

IL SESTO SENSO

Finale a sorpresa, con spiegazioni per chi non l'avesse capito!

...un classico ormai!