TERZA PAGINA
 

CARI AMICI.

In questa pagina vorrei approfondire con voi quanto sto apprendendo dallo studio del Mondo Che Ci Attende, attraverso la lettura dei moltissimi Siti che sto consultando. Troverete commenti a fatti connessi con la Spiritualita', storie di cronaca, spiegazioni di fenomeni come le NDE, gli ADC, gli OOBE, ECC. Naturalmente vi invito a segnalarmene di nuovi, faro' il possibile per approfondire la ricerca e tentare di dare una risposta ai vostri quesiti.

Il PRIMO articolo e' sempre quello piu' recente, si intitola percio' IL FATTO DEL GIORNO, mentre gli articoli più datati saranno man mano trasferiti in sub-pagine dalla 1 (la più datata) in poi.

BUONA LETTURA!

ARCHIVIO

Pag.1  Pag.2 Pag.3  
Pag.4   Pag.5  Pag.6
Pag.7 Pag.8 Pag.9
Pag.10    

*

 IL FATTO DEL GIORNO:

In questa pagina:

OSHO SULLA PANDEMIA

TUTTO FINISCE, NULLA QUI E' ETERNO !

CREUZA DE MA'

COVID-19: UNA BENEDIZIONE DAL CIELO?

Significato e scopo della medianità

EPPUR SI MUOVE...

LA TRAGEDIA DI GENOVA

SCIENZA E PSI

REINCARNAZIONE, O TRASMIGRAZIONE?
 

---------------------------------------------

CLICCARE SULL'ARCHIVIO PAGINE PRECEDENTI

OPPURE VAI A Pag.10 PER I MENO RECENTI

IL FATTO DEL GIORNO
 

OSHO SULLA PANDEMIA   (11-11-20)

Una volta qualcuno chiese a Osho della pandemia; la domanda era: come evitare l'epidemia ?
Gli amici di” Non solo Tibetano” di Bologna hanno  ritrovato questo scritto (di oltre 30 anni fa),relativo ad una intervista  al grande filosofo indiano Osho. Pensiamo possa aiutarci a cercare di capire questa crisi planetaria, e citando l’ultimo libero pensatore europeo,il  99enne E.Morin :
” Difendiamo la nostra razionalità e coltiviamo la fratellanza,sentendoci ognuno di noi,parte della favolosa,
tragica,orribile e meravigliosa avventura dell’umanità”
  M.R.

Osho rispose: " Stai facendo la domanda sbagliata. La domanda avrebbe dovuto essere così:
"Dici qualcosa sulla paura di morire entrata nel mio cuore a causa dell'epidemia ?"
Come salvarti da questa paura?
Perché è molto facile evitare il virus, ma è molto difficile evitare la paura presente dentro di te
e nel mondo. Le persone moriranno più a causa di questa paura che a causa dell'epidemia.
Non c'è virus in questo mondo che è più pericoloso della paura. Comprendi questa paura, altrimenti diventerai un corpo morto prima che il tuo corpo muoia.
Non ha niente a che vedere con il virus.
L'atmosfera spaventevole che state guardando in questo momento è una follia collettiva, che diminuisce sempre dopo un po' di tempo. Le ragioni continuano a cambiare,
ma questo tipo di follia collettiva continua ad essere rivelata di tanto in tanto.
Molte persone o ricevono aiuto o muoiono. È già successo mille volte e continuerà ad accadere. E continuerà, a meno che non comprendiate la psicologia della folla e della paura.
Guarda il succo di questa paura e guarda la paura dentro di te, perché se assorbiamo la sostanza della paura, non è facile superare la nostra incoscienza.
Normalmente hai la padronanza della tua paura.
Ma nel momento della follia collettiva la tua padronanza può essere toccata.
La tua inconsapevolezza può portarla via completamente.
Non saprai nemmeno quando hai perso il controllo sulla tua paura e sulla paura degli altri.
A quel punto la paura può farti qualsiasi cosa, in una situazione del genere puoi anche toglierti la vita,o toglierla agli altri. Accadrà così tanto nei prossimi tempi: molte persone si suicideranno
e molte persone ne uccideranno altre.
State attenti. Non guardate nessun video o notizie che inducono paura. Smettetela di parlare dell'epidemia - ripetere la stessa cosa ancora e ancora è come un’auto-ipnosi. La paura è una specie di auto-ipnosi. Questa idea causerà cambiamenti chimici nel corpo. Ripetendo la stessa idea ancora e ancora, questo cambiamento chimico può talvolta essere così velenoso che può anche ucciderti. Ci sono tante altre cose che accadono nel mondo,dai attenzione a loro.
La meditazione diventa un'aura protettiva intorno al ricercatore, che non permette all’energia negativa di entrare all'interno.
Ora l'energia di tutto il mondo è diventata irrazionale. In questo modo si può cadere in qualsiasi momento in questo buco nero.
Seduto sulla barca della meditazione puoi evitare questo.
(...) Finché la morte non arriva non ha alcun senso di temere ciò che è inevitabile. La paura è una specie di follia ed è prova del fatto che la vita è stata vissuta nel modo sbagliato. Coloro che sacrificano il loro oggi per il domani hanno paura della morte.
La morte non è un problema per chi vive la propria vita totalmente ogni momento.

TUTTO FINISCE, NULLA QUI E' ETERNO ! (05-10-20)

Questo breve editoriale per comunicarvi che nei prossimi mesi la Pagina non sarà aggiornata con la solita cadenza in quanto il vostro Webmaster, dopo 42 anni di professione svolta come Medico di Famiglia, ha deciso di anticipare il pensionamento di un anno e sarà quindi "in tutt'altre faccende affaccendato"..
Stanco di un lavoro che ormai si era ridotto a mera burocrazia informatizzata, vessato da continue limitazioni all'esercizio  
"in scienza e coscienza" diventato semmai
"
in risparmio ed obbedienza delle regole economiche", si è addivenuti a questa decisione, pressato pure dai gravosi impegni causati dall'epidemia di Covid19 che ci costringe a ritmi totalmente diversi da quelli cui eravamo abituati.
Costringere i Pazienti ad osservare certe regole è particolarmente stressante quando ci si trova da soli ad assistere un pubblico di anziani, con tanti problemi, ma anche non educati al rispetto di regole, orari, appuntamenti e che scaricano sulla figura del Medico di Base tutte le inefficienze e le manchevolezze di un Servizio Sanitario mal gestito e derubato da decenni delle sue risorse in nome di presunti risparmi che vengono fatti solo sui pazienti.

E' triste sbarazzarsi di tutto ciò che ci ha accompagnato quotidianamente per tanti decenni, persino della penna e del ricettario ed è triste abbandonare tanti cari Pazienti che erano diventati quasi dei familiari. Vi confesso che alcuni di loro scoppiano a piangere quando gli comunico che non potrò più essere il loro Medico e di tanta partecipazione sono loro grato dal profondo del cuore.

Questi forti segni di affetto, però, non sono sufficienti a cancellare tutte le amarezze accumulate durante gli anni:
 dalle cocenti delusioni causate dal fallimento delle cure per i miei due Figli Di Luce, alle truffaldine richieste di "favori" di alcuni (pochi, per fortuna) pazienti, richieste che, se avessi esaudito, mi avrebbero portato in Tribunale, per non parlare della crescente
 "dittatura informatica" che ha abolito quasi tutti i documenti cartacei e persino la nostra firma sulle ricette.
E' ora di tirare i remi in barca, di conservare qualche ricordo, qualche libro e chiudere definitivamente. la baracca
Cosa fare adesso? Col nuovo anno, certamente ci dedicheremo maggiormente a questo Sito che ha dato tanta speranza
e consolazione a decine di Mamme e Papà Amputati, partecipare ai Congressi (Covid permettendo) e riallacciare i contatti
con i tanti Amici conosciuti ed incontrati in questi venti anni di Ricerca.

Poichè nulla avviene per caso, prima di congedarmi momentaneamente, vi lascio alla lettura di questo articolo di Mike Tymn, che "casualmente" tratta proprio questo argomento, ovvero come sbarazzarsi dei ricordi di una vita (CLIC).

BUONA VITA A TUTTI!  WEBMASTER.


CREUZA DE MA'  (04-08-20)
( Cliccare QUI per conoscerne il significato )

Ieri, 3 Agosto, la ferita che si era aperta quasi due anni fa con il crollo del viadotto Morandi a Genova è stata finalmente ricucita ed il nuovo Ponte San Giorgio inaugurato solennemente.
Ferita che però non si è rimarginata negli animi dei parenti delle 43 vittime di quel tragico 14 Agosto del 2018, visto che essi si sono rifiutati di partecipare all'inaugurazione.
Possiamo dar loro torto? Di certo no, umanamente parlando per loro sarebbe stato uno schiaffo morale festeggiare in presenza dei membri del Governo, a torto o a ragione, ritenuti responsabili di quanto accaduto. Ovviamente sono tutti in cerca di giustizia umana...ma cosa dire sulla Giustizia Divina?
Come può Dio permettere queste e tante altre quotidiane sciagure e se lo permette, perchè lo fa?
Ne abbiamo parlato tante volte in occasioni simili è la risposta è sempre la stessa:
Dio ci ha donato il Libero arbitrio
, siamo cioè liberi sia di seguire il bene che il male e chi ha trascurato la manutenzione di quel vecchio ponte per trarne profitti oltremisura non è certo dalla parte della Luce.
Uomini senza scrupoli che hanno pensato solo agli interessi personali e alle maledette quotazioni in Borsa delle loro Aziende, viste come il fine supremo delle loro misere (in senso morale!) esistenze. Sono pentiti? Non lo credo, perchè anzichè mostrarsi umili e disponibili ad ammettere le loro colpe davanti ad un Tribunale terreno, hanno scatenato una vera e propria guerra a suon di carte bollate per dimostrare la loro innocenza. Nessun segno di pentimento, nessuna pietà per le povere vittime si è fatta strada nelle loro anime piccole piccole. Dal Cielo, però, è venuto un segno di speranza quando, dopo un violento acquazzone e proprio pochi minuti prima che iniziasse la cerimonia, è apparso un enorme doppio arcobaleno che, guarda caso, congiungeva le due sponde del Polcevera.
Un caso? Una coincidenza?
Noi che non crediamo alle coincidenze siamo rimasti felicemente compiaciuti nel vederlo e lo abbiamo interpretato come un segnale volutamente messo lì dalle vittime del crollo, quasi a dire che bisogna perdonare e accettare gli eventi avversi come lezioni. Che anche i cattivi hanno una missione da compiere per sollecitare gli altri a porsi delle domande profonde e a trarre le conseguenze del nostro agire. Quelle quarantatre Anime ora sanno che la tragedia aveva ed ha uno scopo ben preciso: farci capire quanto siamo arroganti e ci riteniamo capaci di grandi opere che in un attimo possono polverizzarsi. Abbiamo capito (almeno spero!) che il cemento armato non dura in eterno e che tantissime opere costruite nel secolo scorso sono anch'esse a rischio di crollo, che non si può affidare ai privati il tessuto connettivo della Nazione e spero tanto che si torni al vecchio sistema della gestione governativa almeno dei servizi essenziali. Ora serve mettere in atto una grande campagna di prevenzione e di revisione di tutto il nostro patrimonio stradale ed edilizio, onde evitare nuovi crolli, altre vittime e ulteriori sofferenze così che potremo dire che il sacrificio di quelle vite innocenti non è stato vano.  Detto questo, invio un enorme abbraccio di Luce ai familiari delle vittime del Morandi ed a tutti i Genovesi che tanti sacrifici e privazioni hanno pazientemente sopportato in questi due anni.

WEBMASTER

COVID-19: UNA BENEDIZIONE DAL CIELO? (22-03-20)

In queste settimane di pandemia stiamo tutti vivendo una situazione totalmente nuova e desueta: città deserte come non le avevamo mai viste, niente vocìo, schiamazzi, traffico, c'è un silenzio irreale che ci avvolge e ci spaventa.
Al peggio ci si abitua e tutto il fracasso della vita moderna, pur coi fastidiosi effetti che causa a noi tutti, diciamo la verità...ci manca.
Abbiamo dovuto forzatamente cambiare abitudini: niente gite fuori porta nei weekend, niente aperitivi e chiuditivi vari, cene, pizze e mandolini...nulla di nulla, ormai sembra di vivere in un cimitero. Tale infatti sta diventando tutto il Paese con le centinaia di morti che quotidianamente vanno ad ingigantire le statistiche che ci vengono sparate da TV, Internet e giornali ogni cinque minuti. Forse una situazione simile è paragonabile solo a quanto avvenuto durante l'ultima guerra mondiale, ma i nostri nonni e genitori avevano modi molto più frugali di vivere e riuscirono ad adattarsi con più facilità alle tante privazioni. A noi non manca il cibo, il riscaldamento, l'illuminazione, ecc. rispetto a loro ci manca solo la libertà di muoverci, quindi l'unica  cosa che accomuna la nostra alla loro tragica esperienza è la
PAURA.
Paura dei bombardamenti di cui mi parlava mia madre che li subì a Foggia ove viveva, paura del proprio vicino di casa che poteva andare a raccontare cose non vere su di te per crearsi un salvacondotto, paura di non avere cibo a sufficienza, ecc..
Alla fin fine, però, tutte queste paure si possono sintetizzare in una sola:
LA PAURA DELLA MORTE!
E già, la Morte, quel destino comune che ci attende dietro l'angolo e che può concretizzarsi nell'attimo di un incidente d'auto, o di un terremoto,
oppure farsi dolorosamente attendere per mesi, anni a seguito di malattie croniche e che oggi è scatenata da un microscopico esserino non-vivente che invade il nostro corpo e ci può portare alla tomba.
Ricordo un famoso cartone animato Disney, in cui Maga Magò sfidava a duello il Mago Merlino. Dopo inutili tentativi di trasformazioni reciproche in bestie orrende e fiammeggianti, alla fine Merlino la spunta trasformandosi in un... VIRUS!
Ebbene, oggi abbiamo paura di un qualcosa di subdolo, invisibile, silenzioso...non è un leone che ruggisce prima di sbranarci, non è nemmeno una casa che sta per crollarci addosso, perchè, in tali casi, almeno un attimo di percezione del pericolo ce l'abbiamo, no è un pericolo che non possiamo scorgere coi nostri sensi, questa è la cosa più sconvolgente.
Una volta contagiati, non possiamo fare altro che contare sulla buona sorte e sulle nostre difese immunitarie.
Questa tematica mi ha sempre appassionato ecco perchè decisi di specializzarmi in Malattie Infettive, dopo la laurea.
Seguivo con grandissima devozione gli insegnamenti dei miei Maestri, fra cui l'indimenticabile Prof. Ferdinando Aiuti e le nuove scoperte dell'Immunologia, fra cui le attualmente divenute famose Citochine che tanto interesse stanno destando in questi giorni.
Bei tempi... Ma non voglio annoiare ulteriormente i Lettori con queste divagazioni mediche e passo subito a spiegare perchè,
da un punto di vista spiritualistico, questa epidemia è un fatto positivo.

Come ben saprete, noi siamo qui, immersi in un mondo fatto di materia molto densa, per imparare attraverso l'esperienza personale e decidiamo già, prima di incarnarci, le "linee guida" della nostra esistenza futura. Ci sono tantissime possibilità, ma tutte hanno un comune denominatore: la perdita ed il dolore da essa ingenerato. Che si tratti della perdita di una persona cara, magari in giovanissima età come è accaduto a noi Amputati, o la perdita del lavoro, del denaro, del prestigio, ecc. , se ci fate caso, ogni tragedia umana è segnata da questa evenienza, non ultima la nostra morte,
ovvero la perdita di ciò che riteniamo più prezioso: la vita.

Anche coloro che, almeno in apparenza, sembrano felici e fortunati, col passare degli anni cominceranno a temere di essere arrivati al capolinea e, quanto più sono ricchi, felici e fortunati, tanto più ne soffriranno, fino a giungere addirittura a suicidarsi, perchè ormai hanno avuto tutto dalla vita...o almeno così credono.
E' ovvio che se ci si attacca morbosamente a tutto ciò che è materiale -e qui includo anche gli affetti- e non si indaga sui veri significati della nostra esistenza, qualsiasi cambiamento al proprio stile di vita diventa un incubo minaccioso e si va in preda al panico, ignorando ciò che tutte le religioni ci insegnano,
ossìa il distacco dal materialismo.
Come non pensare allora che in un mondo dominato dalla cattiveria, dall'arroganza, dal denaro, la "Lezione Covid" non sia giunta
 ad hoc? Che Dio, attraverso i suoi Grandi Spiriti Illuminati non abbia deciso di inviarci questa salutare lezione?
Attenzione:
ho detto LEZIONE E NON PUNIZIONE, perchè sempre più anime capiscano che il fine ultimo di ogni esistenza è solo l'AMORE PURO ED INCONDIZIONATO in quanto è l'unico modo per liberarci dal ciclo delle reincarnazioni in un mondo che ci appare orribile! State attenti, però, perchè potrebbero essercene altri ben più terribili in cui reincarnarci, se non apprendiamo la lezione e non la mettiamo in pratica e non intendo l'Inferno, ma veri e propri mondi materiali ben più barbari e sanguinari di quello attuale. In questa ottica, la pandemia dovrebbe servire a ridimensionare tanti comportamenti che siamo indotti a seguire a causa delle scellerate politiche economiche in atto dall'inizio di questo secolo. Penso al famoso PIL che deve sempre salire (non potremmo accontentarci di mantenerlo stabile?), all'obsolescenza programmata dei beni di consumo, all'ingozzamento forzato di cibi sempre più malsani, allo sfruttamento della paura delle malattie che ci porta a consumare farmaci che, come ha detto il Prof. Garattini, sono inutili al 50%. Finchè continueremo a comportarci come il cane che si morde la coda non potremo progredire ed allora ben venga la pandemia per spezzare questo cerchio nefasto!

Ciò detto, non mi resta che augurare a tutti BUONA QUARANTENA, ricordandovi che evitare il contagio a noi stessi significa soprattutto NON CONTAGIARE il Prossimo.
Ecco un esempio evidente di AMORE, PURO E INCONDIZIONATO!

WEBMASTER

Significato e scopo della medianità sotto il profilo scientifico e umano (21-03-19)
---------------------------------------------------------------------

Qual è la differenza fra sensitivi e medium?
Il sensitivo usa soltanto le sue capacità psichiche (telepatia, precognizione, retrocognizione) che non hanno a che fare con il contatto con il mondo dello Spirito (angeli, guide, trapassati). Il medium invece ha contatti con tali entità, che lo aiutano a trasferire notizie, informazioni e conoscenze su questo nostro piano fisico. In Inghilterra esiste da più di 150 anni una cultura (quella Spiritualista) che ha fatto del medium un professionista a tutti gli effetti. Si studia, si fa addestramento pratico, si superano una serie di esami, si ottiene una qualifica ufficiale.
In Italia tutto questo non é visto di buon occhio, a causa di una certa religiosità che confonde
il contatto con il mondo dello Spirito con l'evocazione di demoni e del maligno.
A causa di questo problema di fondo,  non esiste neanche una tradizione ed una cultura per quanto riguarda  l'apprendimento della medianità.  Al contrario, domina una sotto-cultura impregnata di  superstizioni, di cui approfittano largamente ciarlatani, santoni e praticanti di varie forme di pseudo-magia.

Il fatto che non esista ancora una chiara cognizione del fatto che l'arte della medianità può  essere appresa
(e non é necessariamente una dote particolare che solo alcuni individui hanno), fa sì che molte persone che sono effettivamente particolarmente dotate, non sappiano di poter  affinare il proprio talento in modo professionale e si trovino
 a praticarlo di nascosto, in modo  magari rozzo e senza conoscere le norme etiche fondamentali
per trasferire un messaggio dal mondo dello Spirito a individui in carne ed ossa.
L'Italia ha, é vero, delle personalità di rilievo nel mondo della medianità, ma queste sono ancora  legate (a parer mio)
alle forme più antiche di medianità, ottenute spesso in trance profonda, come  la scrittura automatica e la metafonia.
L'Italia ha naturalmente moltissime personalità di rilievo  nel mondo mistico, ma anche qui, per essere accettati,
é necessario ottenere il consenso della  religione ufficiale.
Questi mistici, una volta riconosciuti tali, vengono beatificati e fatti santi.
Dalla scuola Spiritualista inglese é comunque germogliata in Italia, a partire dalla metà degli
anni '90, una nuova cognizione circa la medianità e i modi in cui può essere studiata. Lo Spiritismo è una dottrina filosofica
apparsa nel 1857 in Francia, codificata da Allan Kardec  (pseudonimo del pedagogista francese
Hippolyte Léon Denizard Rivail) all'intero di cinque libri: Il libro degli Spiriti, Il libro dei medium,
Il Vangelo secondo gli Spiriti,  Il Cielo e l'Inferno e La Genesi.
Kardec formulò l'ipotesi che tali fenomeni potessero essere attribuiti solamente a intelligenze incorporee (Spiriti).
Le comunicazioni Spiritiche avverrebbero "grazie all'intervento di un medium", ossia una persona con particolari doti
che fungerebbe da mediatore fra Spiriti e viventi.  La sua opera fu successivamente proseguita
da Leon Denis, Sir Arthur Conan Doyle, Ernesto Bozzano, Chico Xavier, Divaldo Pereira Franco, Raul Teixeira e altri.

Tuttavia, proprio come il termine demone (il quale nella mitologia greca indicava semplicemente entità sovrannaturali e Spiriti, senza nessuna connotazione maligna), la parola "Spiritismo" fu adottata dai non Spiritisti come un termine dispregiativo attribuendone il concetto del male, nel tentativo di demonizzarlo. Iniziò come parte del movimento Spiritualista che sorse nella metà del 1800.
Lo Spiritualismo è un qualsiasi movimento filosofico o religioso che si oppone al materialismo.
In senso stretto, è un qualsiasi movimento che crede all'esistenza di entità Spirituali e che gli esseri umani possano
comunicare con loro e avere facoltà medianiche. Perciò lo Spiritismo è Spiritualista ma non viceversa.

Gli scettici ritengono che i Medium usassero dei trucchi. Una delle sorelle Fox confessò tale circostanza,ritrattando poco dopo.
Dopo il 1848, l'America e in seguito l'Europa furono invase da pratiche somiglianti. Nel giornale L'Illustration del 14 maggio 1853 si leggeva: "Tutta l'Europa, cosa dico,l'Europa? Tutto il mondo ha oggi lo Spirito disturbato da una esperienza che consiste in farsi muovere dei tavoli. Galileo fece meno rumore quando provò che era infatti la Terra che girava intorno al sole".
Si scatenò immediatamente la reazione degli ecclesiastici cattolici, i quali iniziarono una durissima repressione in tutta Europa, mettendo all'indice i libri di Kardec e vietando categoricamente ogni tipo di pratica Spiritica.
Si arrivò persino a bruciare in piazza a Barcellona i libri di Kardec, considerandoli opera diabolica.
Nel 1870 lo Spiritismo contava già 10 milioni di seguaci, che diventarono oltre 15 milioni nel 1890.
Lo Spiritismo si basa sulla convinzione che gli Spiriti non siano altro che le anime disincarnate degli uomini.
L'unica differenza tra uomini e Spiriti è solo quella che i primi sono temporaneamente incarnati in un involucro corporeo.

Non siamo il nostro corpo, "Esso é qualcosa che indossi per un pò, perché vivere sul piano terreno é molto più significativo ed interessante, se sei invischiato nelle sue limitazioni e soggetto alle sue regole"
(D.SSA ATWATER)

La dottrina non ammette la presenza di angeli o demoni ma solo di Spiriti con maggiore o minore evoluzione Spirituale. Lo Spiritismo parimenti non ammette l'inferno come luogo di espiazione eterna delle pene, in quanto secondo la dottrina Dio vuole l'evoluzione Spirituale di tutti i suoi figli e non sarebbe logico condannarli per l'eternità.

MEDIUM VERI O SEMPLICI PRESTIGIATORI?

Non è possibile star qui a descrivere uno per uno tutti i medium più famosi di ieri e di oggi, per cui mi limitero'
a citarne solo due: Eusapia Palladino e David Thompson.
Eusapia fu scoperta molte volte con le mani nel sacco quando scambiava le mani appoggiate sulle sue fra i due sperimentatori che la trattenevano. Produceva ectoplasmi con garze e telecinesi con lunghi capelli, spostava le tende usando una pompetta di gomma
Se andiamo su Wikipedia sono tutti ciarlatani, ma...
Come mai tanti di loro hanno dato ottimi risultati al di fuori degli esperimenti?
Cito il caso della Duncan (*)  Nel 1941 la nave da guerra Barham fu affondata dai nazisti. Un Marinaio morto durante l'affondamento, a poche ore da esso, apparve a sua madre a Portsmouth (grazie alla Duncan) e le riferi' che non sarebbe piu' tornato a casa perché la sua nave era stata affondata e che ora viveva in un altro mondo
La madre chiese notizie all'Ammiragliato Britannico che nego' la storia dell'affondamento e la morte del figlio, in quanto i Militari temevano che una notizia cosi' tragica avrebbe fatto andare a pezzi il morale della popolazione impegnata a combattere il nemico.
 Ma la nave era stata REALMENTE AFFONDATA! Ovviamente questa storia preoccupo' non poco i Servizi Segreti di Sua Maesta' che, poco prima dello sbarco in Normandia, per paura che la Duncan potesse rivelare a qualcuno il luogo esatto dello sbarco, la arrestarono CON L'ACCUSA DI STREGONERIA (!!!!) SPOLVERANDO UNA LEGGE DEL 1735
il "Witchcraft Act", Legge abrogata solo nel 1951......

 DAVID THOMPSON
Studiato dall'Avv. Zammit . Materializza entità che girano fra i presenti e li toccano. Foto all'infrarosso dimostrerebbero la genuinità; nessuno è riuscito a scoprire trucchi. Nelle sedute condotte in stanze anguste con tavolette di legno poste sul pavimento
si sono sentiti i passi dell'ectoplasma. Camilla Persson, 22 Ottobre  2006, riferisce:.
 "La sessione è iniziata con precauzioni per prevenire le frodi. Mentre Camilla Persson guardava, David Thompson era legato con fascette da elettricista e imbavagliato. Dieci sigilli sono stati impostati per mostrare eventuali segni di rottura.
In altre parole, è stato reso incapace di parlare o spostarsi dal suo posto. La stanza aveva una finestra bloccata e fisicamente impossibile da aprire. L'unica porta era sigillata. Nessuno poteva entrare e nessun suono poteva uscire."

La seduta iniziò. William arrivò, prima in voce. William è il controllo di David Thompson nell'Aldilà, morto da oltre 100 anni.
Egli si materializzò, andò da Camilla Persson, le carezzò il viso affettuosamente e le parlò con voce chiara, forte e risonante.
Jack, uno Spirito della squadra di William, si materializzò, si avvicinò alla signora Persson e le strinse la mano.
Jack poi le parlò anche con una forte voce maschile. Una luce rossa permetteva a tutti di vedere nella stanza.
 La signora Persson vide l'ectoplasma, una sostanza organica biancastra emessa da David Thompson che consente agli Spiriti di materializzarsi. Si sedette accanto a Mitch, che fotografò l'ectoplasma in luce rossa.
Il gruppo ha poi ascoltato le voci di Sir Arthur Conan Doyle, Louis Armstrong e Gandhi. Il defunto padre di uno dei due ha parlato e ha dato a sua figlia una squisita farfalla ingioiellata che ora conserva gelosamente.
La signora Persson ha detto di essere rimasta piuttosto scioccata da tali  sensazionali risultati. Ha parlato, toccato e persino sentito le entità materializzate. Ha riferito di avere percepito odori e voci diverse, atteggiamenti, interessi e priorità diverse.

Validare i messaggi è l'unico modo per capirci qualcosa: se il Medium riferisce circostanze, nomi,fatti che possono essere verificati allora possiamo pensare che:
1) Ne è stato fraudolentemente informato, o
2) che le entità glieli hanno riferiti

Il 28 settembre 1915, appena due settimane dopo la morte di Raimondo, Sir Oliver e Lady Lodge ebbero una
seduta al tavolino con la signora Leonard, che era soprattutto un medium voce-trance. Come test di identità, Sir Oliver
chiese a Raimond il suo soprannome. Raymond correttamente rispose che  "Pat" con il tavolino.
Sir Oliver poi gli chiese di nominare uno dei suoi cinque fratelli.
La Medium precisò che Raymond era un pò confuso. Gli disse di ricominciare. Il nome NOEL è fu poi scandito ed era uno dei
fratelli di Raymond. Non è stato fino a che Sir Oliver ne ha discusso con gli altri figli che la seduta
ha cominciato ad avere senso. I suoi figli hanno spiegato che "Norman" è stato una sorta di soprannome generale utilizzato
da Raymond quando giocavano insieme a hockey. Lui gridava: "Vai, Norman!" o altre parole
di incoraggiamento, a ciascuno dei suoi cinque fratelli più grandi che desiderava incoraggiare.
Sir Oliver vide questo come una prova contro la telepatia, dal momento che né lui né Lady Lodge conoscevano quel nome.
Vide anche come un'indicazione che Raymond, che aveva discusso la ricerca psichica con lui quando era in vita,
stesse cercando di fornire informazioni veridiche fornendo un nome a lui sconosciuto e certamente non noto alla signora Leonard.
[Sir Oliver Joseph Lodge (Penkhull, 12 giugno 1851 – Wilsford, 22 agosto 1940) è stato un Fisico britannico.]
Lodge é stato fra i maggiori pionieri nelle ricerche sulla propagazione delle onde elettromagnetiche e di quelle radio.
Sir Oliver iniziò a studiare i medium nel 1883 e condusse esperimenti con la famosa medium di Boston, Leonore Piper, quando questa venne esaminata in Inghilterra dalla Society for Psychical Research .
Nel 1916 pubblica il libro
Raymond, or Life After Death, in cui racconta che il 3 dicembre del 1915, il figlio deceduto, Raymond, comunicando attraverso la medianità della Signora Leonards, fornì una descrizione completa di una fotografia che né i Lodge né la medium avevano visto. I numerosi messaggi da persone amate decedute presto lo convinsero dell'esistenza di una vita ultraterrena.
Le ricerche con la Leonard furono portate avanti dai suoi amici e colleghi Frederick Myers ed Edmund Gurney.
Dopo la loro morte, Oliver verbalizza delle sedute in cui gli amici gli comunicarono prove dettagliate attraverso la Piper.

Webmaster

EPPUR SI MUOVE... (25/09/18)

Ha suscitato grande clamore su tutti i Media, la notizia del ritrovamento della lettera originale  che Galileo Galilei scrisse all'amico Benedetto Castelli, matematico dell'università di Pisa, in cui affermava che la ricerca scientifica doveva essere svincolata dai dogmi religiosi. Come ben sappiamo, tale missiva scatenò una violenta reazione della Chiesa che trascinò lo Scienziato nel Tribunale della Santa Inquisizione, costringendolo successivamente ad abiurare le sue scoperte.
Nel 17° secolo, la chiesa Cattolica deteneva il potere assoluto sull'interpretazione di qualsiasi fenomeno naturale, basandosi esclusivamente sulla Bibbia con una rigidità dell'interpretazione che oggi ci fa sorridere. Purtroppo c'era poco da ridere per uomini dalla mentalità aperta, come Giordano Bruno e Galileo Galilei, che osarono contestare quanto scritto nel Sacro Testo e sappiamo tutti quale fine fece Giordano Bruno, sorte che Galileo scampò in extremis.
Solo dopo ben 359 anni, 4 mesi e 9 giorni il grande Scienziato è stato riabilitato con tante scuse da Papa G. Paolo II.
Tralasciamo le inevitabili polemiche che sorgono da un punto di vista dottrinale -ovvero se il pover'uomo, scagliato nel più profondo pozzo infernale dall'infallibile sentenza papale dovrebbe esser stato
trasferito d'ufficio in Paradiso da San Pietro o dallo stesso Padreterno- per considerare la situazione delle anime che, a causa delle loro idee preconcette istillate dalle varie religioni, si trovano in quei Focus che Bruce Moen definiva "Paradisi Vuoti". (Vedi Ns. Art. Precedente)

Ne abbiamo già parlato, ma ci preme sottolineare questo importantissimo concetto: dopo aver esalato l'ultimo respiro, nessuno sarà inviato in un Paradiso o in un Inferno "standard", bensì in livelli di esistenza perfettamente rispondenti alle idee che ognuno si è fatto della vita eterna. Ciò vale sia per "luoghi" infernali che paradisiaci. Se pensate di esser degni di un Inferno fatto di fuoco e fiamme, ebbene, lì vi ritroverete ad esistere e così, se il vostro Paradiso è un luogo simile alla parrocchia sotto casa, coi suoi riti, le sue feste e relative "santificazioni", sarete accontentati e continuerete a recitar rosari, a partecipare a novene, ecc.
Dovreste essere felici: in fondo, quel che pensavate fosse la vita eterna, effettivamente lo è,
ma...
Ogni bel gioco dura poco e dopo diciamo...una decina di secoli, comincereste ad annoiarvi e chiedervi se forse non sia proprio quello il posto che volevate guadagnarvi per l'eternità. Orbene, solo quando un'anima giunge da sola a queste conclusioni, gli Spiriti-Guida intervengono e, senza forzare minimamente il libero arbitrio del devoto parrocchiano, gli offrono di "salire al Cielo", ossia, nei veri Paradisi. Da quanto suddetto, emerge prepotente il bisogno di liberarsi di tutti i condizionamenti religiosi, dai tabù, dalle superstizioni, con anni di anticipo rispetto alla morte e, siccome non sappiamo quando giungerà, il nostro consiglio è di farlo al più presto. Pensate a quante anime innocenti si sono ritrovate (e forse ancora si trovano) in uno di questi inferni mascherati da paradisi!
Costoro dovrebbero essere considerati non solo vittime, ma anche martiri, per aver osservato pedissequamente delle dottrine errate, scritte dagli uomini per controllarli, per esercitare potere temporale, in esatto contrasto con quella che è
la sola Grande Legge Divina: l'Amore reciproco.

Webmaster

LA TRAGEDIA DI GENOVA (17/08/18)

DIO SALVI L'ITALIA DAGLI SPECULATORI E DAI POLITICI
CHE LUCRANO SULLE NOSTRE VITE!
PREGHIAMO PERCHE' L'ONESTA', L'AMORE PER IL PROSSIMO ED IL VERO IMPEGNO DISINTERESSATO PER NOI CITTADINI VENGANO STIMOLATI DA QUESTA ULTERIORE TRAGEDIA.

Tutti adesso cercano i colpevoli, per fare giustizia, ma nessuna giustizia umana può essere perfetta, perchè nessun Giudice potrà mai ridare indietro ai loro familiari le persone uccise dal crollo. Esiste però la vera Giustizia, non qui ma nell'Aldilà, dove tutto ci sarà spiegato, dove tutti troveremo pace e perdono, comprensione ed Amore, dove finalmente sapremo il perchè ed il per come di ogni nostra "sciagura, dove le odierne "vittime" perdoneranno i loro assassini, perchè capiranno i motivi che li hanno indotti a commettere i loro crimini e scopriranno che il motivo è uno solo: CRESCERE IN CONOSCENZA!
 Nel nostro caso,le vittime del crollo potrebbero aver scelto liberamente di morire in un modo così orribile allo scopo di richiamare l'attenzione sulla manutenzione delle nostre strade da parte di coloro che sono preposti a tutelare la sicurezza di tutti, in sostanza, di pensare al Prossimo e non ai loro bassi interessi.
 Tutti avrebbero fatto parte di una Famiglia Spirituale che, prima di incarnarsi, avevano deciso un obiettivo comune da perseguire. Pur non essendosi per forza conosciuti qui sulla terra, si sarebbero dati una sorta di
"appuntamento con la morte" alla stessa ora, nello stesso giorno, nello stesso luogo.
Ci sarà tempo per capire chi sono e se ci sono colpevoli, ma solo quando tutti gli "attori" di questa tragedia -e di tante altre- si ritroveranno faccia a faccia nell'Aldilà, potranno capire come sono andate esattamente le cose, perchè nell'Aldilà non si può mentire nè a se stessi, nè agli altri.
A tal proposito ecco cosa ci dice l'Avv. Zammit:

Per decenni in tanti si sono lamentati con me - anche questa
settimana - del fatto che non c'è "nessuna giustizia" sulla Terra. Alcuni lamentano di aver subito
un'ingiustizia amministrativa, altri si lamentano di non aver ottenuto giustizia dal
sistema giudiziario. Le informazioni altamente credibili che ci giungono dalla dimensione
spirituale affermano che, sebbene non si possa ottenere giustizia sulla Terra, tutto verrà compensato
nell'Aldilà. Ma dobbiamo anche tenere presente un quadro più ampio: che siamo qui sulla terra per
avere ogni tipo di esperienza - compresa l'ingiustizia - per verificare come risponderemo.
E ricordate che "La legge di causa ed effetto" ci dice che nessuno può sfuggire!


WebMaster

-------------------------------------------------------------------------------------

SCIENZA E PSI (25/03/18)

Se volete essere considerati una persona dalla mentalità scientifica, probabilmente non dovreste credere ciecamente al verificarsi di eventi comunemente definiti "soprannaturali". Se ci fosse qualcosa del genere, sicuramente i grandi della scienza come Newton, Bacon, Boyle, i Curies ed Einstein ce lo avrebbero detto. Prendendo spunto dalla tesi di mia figlia, vorrei pertanto esprimere le mie idee in merito all'annosa controversia Scienza/Fede, sicuro che non si giungerà mai a conclusioni definitive, però...

Ciò che potrebbe sorprendervi è che ciascuna delle icone scientifiche sopra menzionate, e molte altre di simile importanza, prendevano molto sul serio le segnalazioni di fenomeni "meravigliosi".
In effetti, il consenso in studi storici sul rapporto tra scienza e "magia" si è spostato notevolmente negli ultimi cinquant'anni. Anche lo storico più conservatore sarà costretto a dire ciò che le generazioni precedenti hanno ignorato o negato:

*    Che le opere scientifiche rivoluzionarie di Brahe, Keplero, Newton e altri primi moderni ricercatori fossero inestricabilmente collegate alle loro convinte credenze nella profezia biblica, nell'astrologia e in altre idee e pratiche "occulte".

*    Che altri come Francis Bacon, Robert Boyle, e più tardi Pierre Curie, J.J.Thomson e William James, osservassero e verificassero rigorosamente episodi riferiti come "miracolosi" e insistessero sul fatto che certi casi di influenza mentale costituivano fatti naturali.

*    Che questi esempi non sono meri anacronismi, ma che - contrariamente alle tradizionali affermazioni di un "disincanto della natura" - l'interesse per i fenomeni "miracolosi" è continuato nei membri elitari delle comunità scientifiche, sebbene non necessariamente perseguiti all'interno dei curricula delle scienze professionali. A tal proposito, mia figlia mi ha fatto notare come tale "dicotomia" sia facilmente riscontrabile negli ambienti accademici, tanto che alcuni Professori sono contemporaneamente membri di società scientifiche e di associazioni che studiano i fenomeni paranormali. 

(Per un elenco completo, vedi: http://www.victorzammit.com/book/4thedition/chapter25.html )

Almeno dal XIX secolo in poi,l'interesse scientifico su queste cose è stato contrassegnato da un pluralismo di interpretazioni e non può semplicemente essere incentrato sul bisogno religioso di credere nel soprannaturale.

A seconda delle inclinazioni e delle esperienze personali, tali affermazioni possono provocare reazioni che vanno dalla sorpresa alla costernazione. Le "Storie Proibite" possono avere un suono melodrammatico, ma implicano l'esistenza di un certo tabù, costituito da una serie di remore che hanno impedito alla ricerca tradizionale di diventare parte della conoscenza comune.

Da quando l'uomo si è chiesto chi fosse, da dove venisse e qual era il suo ruolo sul pianeta, la religiosità, la magìa, la superstizione, hanno offerto le prime risposte, appaganti per le menti semplici dei nostri lontani antenati e che, sotto certi aspetti, lo sono ancora oggi per chi non riesce ad andare troppo oltre col pensiero. Chi invece non si accontenta, dovrebbe indagare ogni fenomeno obiettivo o soggettivo che sia, e tentare di darne una spiegazione razionale. Così, per esempio, i fulmini scagliati da Giove e da altri dèi, sono stati razionalmente spiegati grazie a Benjamin Franklin ed a tutti gli altri studiosi dell'elettricità, come un fatto naturale e non divino.

 Siamo riusciti a spezzare l'atomo -considerato inscindibile- tirandone fuori un minestrone di particelle e, più se ne trovano, più ne appaiono nei lampi di energia dell' LHC di Ginevra, allora perchè non pensare che ne esistano altre responsabili dei così detti fenomeni PSI? Era proprio questa la strada seguita da Pierre e Marie Curie, ma ancora oggi non siamo in grado di trovare niente che spieghi la telepatia, gli ADC, ecc. forse perchè stiamo indagando nel modo sbagliato, vuoi per lo scetticismo e le reticenze (ufficiali!) di tanti ricercatori, vuoi perchè, forse, queste energia sono totalmente diverse da quelle che conosciamo e perciò insondabili.

Webmaster

REINCARNAZIONE,
O TRASMIGRAZIONE?
(02-03-17)

Molto spesso, parlando di Reincarnazione come l'unico modo logico per spiegare le (apparenti) ingiustizie della vita umana, vedo persone inorridite che esclamano"..ma io non voglio ritornare in un corpo animale!" il che mi fa sorridere molto, perchè è chiaro che confondono il concetto di Reincarnazione con quello conosciuto come  Trasmigrazione delle anime, detta anche Metempsicosi.
Tale concetto -erroneo- è purtroppo molto diffuso in tutto il mondo e solo attraverso un corretto ed approfondito studio si riesce a capire perchè è molto più semplice, e sopratutto logico, studiare per poi accettare, il meccanismo della Reincarnazione. L'idea che si potesse tornare a vivere in corpi animali, dopo una vita umana, sorse nell'Induismo, per poi diffondersi in Occidente anche ad opera del Cattolicesimo, forse per spaventare i primi fedeli che all'epoca credevano nel ritorno dopo la morte, mentre il Corano non fa alcuna menzione né alla Reincarnazione, né  alla possibilità di trasmigrazione delle anime in corpi animali. Questa visione del Karma, viene  perciò spesso confusa erroneamente con la Reincarnazione umana e, quando colui che sta cercando di prenderla sul serio incontra questa idea,intuitivamente, sente che è scorretta e come si suol dire,
"butta via il bambino con l'acqua sporca", respingendo totalmente l'intero concetto.
Vi posso assicurare che, da tutte le informazioni che ho acquisito nel corso dei miei studi ventennali sull'Aldilà,emerge la certezza che gli esseri umani non si reincarnano MAI in corpi animali! 
In teoria ci potrebbero essere eccezioni molto rare, mai riscontrate, come per tutti i processi naturali, magari per una libera scelta, ma una volta che un'anima ha raggiunto il livello di incarnazione come essere umano, procede solo in avanti.

Semmai esiste un processo di evoluzione "verso l'alto" per cui le anime dei regni inferiori assumono corpi sempre più complessi, passando attraverso i regni minerale, vegetale e animale, ma non in ordine inverso. La concezione materialistica dell'evoluzione è solo la punta di un iceberg, così come è l'aspetto fisico dell'universo stesso.
Mi preme ribadire ancora una volta, che l
a Reincarnazione, non è un passaggio obbligato e quindi solo alcune anime, dopo un'approfondita revisione delle loro vite, accettano di ritornare in un corpo fisico, poichè Dio ci ha donato il Lbero Arbitrio e le sue Guide Spirituali possono solo consigliarci quali strade siano le migliori per progredire, senza mai forzarci.

[Per una spiegazione completa del lato spirituale dell' evoluzione, vedere "Dio parla" di Meher Baba, disponibili attraverso la Fondazione Sheriar, oppure online attraverso il sito web Avatar Meher Baba Trust. Una seconda fonte che affronta questo argomento, la trovate nellla sezione "Il problema della Rinascita" di Sri Aurobindo.]

------------------------------------------
Sono morto come minerale e come pianta risorto.
Sono morto come pianta e ancora risorto come animale.
Sono morto come animale e risorto come uomo.
Perché temere allora di divenire inferiore morendo?
Ancora una volta morirò come uomo.
Per risorgere come un Angelo perfetto dalla testa alla punta dei piedi.
Ed ancora quando da Angelo soffrirò la dissoluzione
Io muterò in ciò che supera l'umano concetto."

Maulana Jalal'd-din Rumi (1207-1273)
------------------------------------------
Il Buddismo non crede in qualcosa di simile a un passaggio avanti e indietro tra l'animale e l' uomo, come la maggior parte delle persone può intendere se si basa sul principio della trasmigrazione.  Gli scritti buddisti certamente contengono allusioni a nascite precedenti in cui anche lo stesso Buddha era ora uno e ora un altro tipo di animale, ma fanno riferimento al percorso atavico dell' evoluzione pre-umana. Grazie alla sua apertura mentale, Budda ebbe una estesa retrospettiva dell'evoluzione della materia. Mai in tutti gli scritti buddisti autentici esiste alcun supporto alla nozione che ogni creatura umana, una volta raggiunto tale status, ricade nel regno animale.
Concludo con quanto afferma Alfred Russel Wallace, Spiritualista e Scienziato che ha sviluppato la teoria dell'evoluzione
 in parallelo con Charles Darwin, ma che è stato del tutto dimenticato dalla storia:

<Per parte mia, sono convinto che in un certo periodo della storia della Terra ci fu un atto definitivo di creazione, che da quel momento in poi l'evoluzione è stata al lavoro, guidata da una Mente Superiore.
Quanto più gli uomini profondamente riflettono su quello che sono in grado di osservare,tanto più saranno portati a capire che il materialismo è una follia gigantesca e penso che cesserà presto.
In un primo momento ci fu qualche scusante per le autorevoli sciocchezze e superstizioni propugnate dal clericalismo, ma poi l'evoluzione ha gettato una bomba dalla potenza mortale.
Coloro la cui intelligenza era stata offesa e irritata dalle assurdità del clericalismo si sono precipitati a concludere che la religione era stata distrutta, che il raziocinio aveva spiegato tutto l'universo, che nel fango era l'origine della mente, e nella polvere la sua fine.
Questa è stata un'idea che non poteva durare. Il materialismo è morto come il clericalismo, almeno per le menti intelligenti.
Ci sono leggi della natura, ma sono ben finalizzate. Ovunque guardiamo ci troviamo di fronte a potenza ed intelligenza.
Il futuro sarà pieno di stupore, di riverenza, e d'una fede calma degna del nostro posto nello schema delle cose.>

 

WEBMASTER